Regionali, valanga di voti agli impresentabili

Gli impresentabili della lista compilata dalla Commissione antimafia sono stati premiati dal voto: ecco quante preferenze hanno preso

Bindi o non Bindi arriveranno a Napoli. Gli impresentabili della lista compilata dalla Commissione antimafia alle urne sono stati premiati dal voto degli elettori. I candidati su cui l'Antimafia aveva messo un bollino rosso a 48 ore dal voto hanno ottenuto migliaia di preferenze. Oltre all'elelzione di De Luca, Luciano Passariello è il più votato della lista Fratelli d'Italia con oltre 5mila voti, Antonio Ambrosio di Forza Italia ha 7mila preferenze, Domenico Elefante (Centro democratico - De Luca) è invece a mille. Nella provincia di Salerno, Alberico Gambino è tra i più votati in assoluto con 10mila preferenze. Sandra Lonardo, la moglie dell'ex ministro Mastella, supera i 10mila voti nella circoscrizione di Benevento. Più indietro invece Sergio Nappi (Caldoro presidente) che ha raccolto comunque 2200 voti. Leader nelle preferenze nel Sannio è invece Fernando Errico (Ncd-Campania popolare).

Scarso il bottino per Francesco Plaitano, Popolari per l'Italia ferma a 280 preferenze. Modeste anche le preferenze per Carmela Grimaldi (Campania in rete), ferma a 204 preferenze. Fanalino di coda nella circoscrizione di Caserta, Antonio Scalzone che ha raccolto circa 60 preferenze. Più di mille voti invece a Domenico Elefante nella circoscrizione di Napoli.

Commenti

m.nanni

Lun, 01/06/2015 - 21:35

più che impresentabile, inguardabile!

jeanlage

Lun, 01/06/2015 - 22:01

Che occasione storica ha avuto l'Italia negli anno '60: mettere Totò e Peppino come presidente e vicepresidente dell'antimafia. In confronto con quella attuale, avrebbero dimostrato serietà, aplomb e senso della Stato. Certo che anche come presidenti della Camera e del Senato....

Ritratto di mrHope...

mrHope...

Lun, 01/06/2015 - 22:01

impresentabile è un termine soft che in realta sta ad indicare MAFIOSO amico di MAFIOSI, d'altronde si sa che le famigghie delinquenziali forniscono ai loro candidati DELINQUENTI un notevole bacino di voti

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 01/06/2015 - 22:13

Ricordo quando chiesi a un mio amico, attivista di Forza Italia e più volte (inutilmente) candidato a livello locale: "Ma perché in meridione candidate della gente come cosentino e compagnia, che sono assolutamente inaccettabili? Perché vi mischiate a certa gentaglia, che infanga il buon nome di tutto il partito?". Lui mi rispose candidamente: "Perchè da quelle parti questo c'è! I voti non vanno mai al partito, ma alla persona, che ha un gruzzoletto personale in proporzione ai favori che ha promesso e/o elargito. Questi sono pronti a passare in qualunqne partito che abbia qualche possibilità di affermazione, portando voti e chiedendo potere e quindi possibilità di poter favorire i loro "amici", così il cerchio si chiude." La cosa, sinceramente, mi fa vomitare, ma temo che sia proprio così che funziona. Vuoi fare il "pulito" e il censore dei costumi? Non hai alcuna speranza di spuntarla.

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 01/06/2015 - 22:21

E quando la valanga di voti la prendeva LUI, il piu` impresentabile degli impresentabili...? Questa e` l'Italia, che all'estero proprio non riescono a capire...