Politica

#Renzipretendecose, così i social ironizzano sul fallimento di Pd, Iv e M5S

Matteo Renzi ha fatto saltare il tavolo delle trattative per il Conte Ter e i social se la ridono sulle presunte richieste del leader Iv alla maggioranza

#Renzipretendecose, così i social ironizzano sul fallimento di Pd, Iv e M5S

I social network sono tra i grandi protagonisti della crisi di governo in atto. I leader politici e i loro gregari affidano spesso ai post su Facebook o ai cinguettii su Twitter le comunicazioni che, in altri momenti storici, sarebbero state affidate alle più istituzionali note stampa. Va da sé che in un clima così informale, gli italiani che frequentano i social si sono adattati e il momento più basso della crisi di governo, quella che ha segnato il fallimento totale della politica, è stata trasformata in un momento di estrema ilarità su Twitter, dove Matteo Renzi è finito al centro dell'ironia e delle battute più irriverenti sotto l'hashtag #Renzipretendecose.

Tutto nasce dalle dichiarazioni del Movimento 5 Stelle, che ha accusato Matteo Renzi di aver posto veti eccessivi al tavolo delle consultazioni. In particolare, M5S e Pd hanno puntato il dito contro il leader di Iv perché dopo aver sostenuto in più riprese di non aver aperto la crisi per avere più poltrone, il suo atteggiamento ha dimostrato l'esatto contrario. "Oltre a chiederle, il senatore di Rignano voleva decidere anche per conto delle altre forze politiche", hanno detto i suoi ex alleati della maggioranza. Una fattispecie che ha di fatto innescato la valanga ironica del web con #Renzipretendecose. In pochi minuti, questo hashtag è balzato in vetta agli argomenti più discussi di Twitter, dove è rimasto per lunghe ore anche stamattina, segno che gli utenti lo hanno utilizzato con costanza e in massa.

"La Boschi regina d'Inghilterra o non se ne fa niente", si legge in uno dei tanti tweet che hanno immaginati quali sarebbero potute essere le richieste di Matteo Renzi per acconsentire a rientrare nella maggioranza per sostenere il Conte ter. "Fico getta la spugna? Non basta, ne deve gettare almeno tre", scrive Luca Bottura, giornalista, uno dei più attivi partecipanti a questo gioco social. E ancora: "Svelata la lista delle richieste di Renzi: Draghi, 4 ministeri, 7 sottosegretari, Mes, Prescrizione, viale dei Giardini e parco della Vittoria, un set di pentole, la bici con il cambio Shimano, la Kamcatka". La fantasia degli italiani in questi frangenti spicca il volo, ed ecco che tra le ipotetiche pretese di Matteo Renzi c'è anche "il mio volto sul Monte Rushmore o governino senza Italia viva". C'è poi chi sostiene che Matteo Renzi avrebbe chiesto "la Boschi imperatrice del Sacro Romano Impero, il ministero di Narnia e le lettere di risposta dei Corinzi a San Paolo".

Insomma, gli italiani anche in questo frangente drammatico non perdono la voglia di ironizzare e forse è anche questo uno dei punti di forza del nostro Paese.

Commenti