Politica

La ricetta: credito, pace fiscale e voucher

Ecco i nuovi emendamenti degli azzurri per potenziare il dl Sostegno

La ricetta: credito, pace fiscale e voucher

Dopo le audizioni dei rappresentanti delle categorie, oggi pomeriggio proseguono in Commissione Bilancio di Palazzo Madama le audizioni sul dl Sostegno. Ed è in quella sede che Forza Italia spingerà per una serie di modifiche che rendano questo intervento più incisivo ed efficace.

«Qualcosa abbiamo già fatto - commenta Alessandro Cattaneo, coordinatore dei dipartimenti di Forza Italia - ma sappiamo bene che c'è da fare molto di più per rendere il decreto Sostegno più efficace». L'obiettivo, spiega ancora il parlamentare azzurro è quello di migliorare in ottica liberale un decreto che ha come primo ed essenziale scopo quello di fare in modo che l'Italia rialzi la testa. «E questo può avvenire soltanto se si salva il tessuto produttivo del nostro Paese». Ecco perché, in collaborazione con l'ufficio di Anna Maria Bernini, capogruppo dei senatori azzurri, negli ultimi giorni sono stati ascoltati i rappresentanti di tutte le categorie economiche.

Secondo Forza Italia bisogna allargare la platea delle categorie da aiutare. Il mondo dello sport, a esempio, è rimasto praticamente fuori se si eccettua il settore degli sport invernali (700 milioni già previsti). Il decreto, insomma, dovrebbe prevedere aiuti anche per tutte le federazioni e per i gestori di palestre e piscine.

Altro tema è quello del turismo. Il dl Sostegno già prevede aiuti per le grandi città d'arte ma nei circuiti di provincia e dei piccoli centri che vivono di turismo, l'indotto è profondamente in crisi. Gli azzurri pensano ad aiuti mirati proprio a tutta la filiera partendo dai bus turisti e dagli operatori. E si incrocia con l'aiuto al settore turistico un altro punto fondamentale: i voucher. Quando la pandemia sarà finalmente circoscritta e l'economia ripartirà molti imprenditori ed esercenti potrebbero trovarsi nell'impossibilità di sfruttare l'onda. «Chiedono flessibilità - ricorda lo stesso Cattaneo - e i voucher per settori stagionali come l'agricoltura, la ristorazione e il turismo potrebbe essere lo strumento più indicato». Un altro modo per facilitare la ripresa economica sarebbe quello, suggeriscono da Forza Italia, di avere alleggerire ulteriormente la pressione fiscale. Magari aumentando la soglia delle cartelle da rottamare (ora è di 5mila euro) ed estendere il periodo di riferimento. Il governo dovrebbe, aggiungono, tranquillizzare tutti garantendo una moratoria per tutto il 2021 sui nuovi avvisi. In ultimo sarebbe necessario, avvertono, aiutare gli imprenditori che chiedono liquidità. Si potrebbe, dicono, ampliare il credito garantito dagli attuali 30mila euro (per un massimo di sei anni) a centomila (per un massimo di quindici anni).

Commenti