La rivolta degli scienziati: il governo non sa contare

Nel mirino il bollettino quotidiano della Protezione Civile. Ormai è chiaro: il modo in cui vengono rilevati, analizzati e presentati i dati è totalmente sballato

Saremo santi, poeti e navigatori ma con i numeri lasciamo a desiderare. Perlomeno a Palazzo Chigi: la quotidiana conferenza stampa con cui si comunicano le cifre sul coronavirus è diventata il bersaglio di esperti da tutta Italia. Appare chiaro che il modo in cui vengono rilevati, analizzati e presentati i dati è totalmente sballato.

I termini della questione sono comprensibili anche per i non addetti ai lavori. Se il numero degli infetti scende, dal governo si felicitano: le misure stanno funzionando. Se all’improvviso il numero degli infetti risale, si lanciano ipotesi giustificatorie: “Forse è perché ieri sono stati fatti più tamponi” oppure “alcuni dati forse non erano stati comunicati dai laboratori”. Ma allora se il numero dei tamponi decide l’andamento del contagio, non è un dato decisivo di cui andrebbe tenuto conto ogni giorno?

Enrico Bucci, docente di Biologia dei sistemi alla Temple University di Philadelphia, ha spiegato che i tamponi in Italia sono eseguiti con modalità molto disomogenee e questo complica gli studi sul coronavirus. Basta masticare un minimo di statistica per capire che se ogni territorio fa i tamponi con un criterio diverso (a tappeto, ai soli sintomatici, ai soli malati) i risultati non si possono comparare.

Ma in realtà è molto peggio: se è in base a questi numeri che si prendono le decisioni sulla durata del lockdown, sulle prospettive di aiuti economici, sull’andamento dell’economia, ecco svelato perché l’Italia si sta muovendo al buio.

E quello degli esperti sta diventando un coro. Il virologo Roberto Burioni si dice contrario alla fine del lockdown, ma a chi gli chiede come va la curva dei contagi, spiega: “La curva non esiste perché i dati che ci leggono ogni giorno alle 18 non hanno molto senso. Una delle cose che dovremmo fare è per l'appunto metterci in condizioni di avere dei dati affidabili”. “Bisogna secondo me 1) fare tamponi ogni settimana su un campione della popolazione per vedere l'andamento reale dell'epidemia 2) ricercare gli anticorpi nella popolazione per capire quanti hanno effettivamente contratto la malattia in queste settimane”.

Già i campioni. I tamponi andrebbero fatti su campioni rappresentativi della popolazione e della diffusione della malattia, come si fa, o si tenta di fare, con i sondaggi elettorali. E infatti è stato proprio un sondaggista, Lorenzo Pregliasco di Youtrend, a spiegare al Giornale.it che i numeri dei tamponi sono falsati: “Vengono comunicati i dati dei test, ma su ogni persona sospetta ne vengono eseguiti anche due o tre. Quindi il numero delle persone effettivamente testato è di molto inferiore”.

La ricerca di un metodo più razionale di quello attuale assilla la comunità scientifica. Che prova a lanciare segnali al governo. Giorni fa ci aveva provato l’ex presidente dell’Agenzia spaziale Roberto Battiston con un intervento dal titolo significativo: Il diritto di contare bene. “Le curve - spiegava sull’Huffington Post - dicono che le variazioni quotidiane dei nuovi contagi sono direttamente legate al numero di tamponi che si effettuano. L'Italia deve mobilitare una grande squadra per la ricerca sistematica e l’isolamento dei contagiati”. E due ex presidenti dell’Istat, Giorgio Alleva e Alberto Zuliani, hanno posto problemi analoghi proponendo al governo, insieme ad altri colleghi, di procedere “a testare il tampone con un vero campione statistico”. Confortando il sospetto che in Italia a contare siano le persone sbagliate.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Jon

Sab, 28/03/2020 - 17:16

BAsta dichiarare la percentuale degli infetti in Lombardia che ha 10.060.000 abitanti.

BRAMBOREF

Sab, 28/03/2020 - 17:19

GIGI91 Siamo in mano a degli sprovveduti incompetenti.

Mordechai

Sab, 28/03/2020 - 17:22

Il governo non saprà contare, ma anche la regione Lombardia e il suo governatore non scherzano. Chissà quando capiranno (tutti) che i dati vanno forniti una o due volte a settimana, tutti i giorni non hanno senso.

Savoiardo

Sab, 28/03/2020 - 17:23

Era ora. Bisogna studiare un campione statisticamente significativo. Le misure prese sono sbagliate (suicide per l'economia). La maggiore fonte di contagio sono oggi le strutture sanitarie e gli operatori sanitari.

vtrgsgcdg

Sab, 28/03/2020 - 17:25

E' semplicemente che i politici e i burocrati di roma e del sud (che controllano il Nord Italia),per diffamare e danneggiare economicamente il Nord Italia (sperando che finita l'epidemia risorse e economia vadano nel lazio e al sud, quando in realtà tutto andrà all'estero), stanno taroccando i dati mettendo molti più contagiati e morti di quelli che realmente ci sono. Ma poi anche gli abitanti del Nord Italia, ma SVEGLIATEVI! Ma vi fidate a farvi amministrare e curare dai burocrati di roma e del sud? E' chiaro che non gli frega nulla del Nord Italia, anzi se possono danneggiarlo tanto meglio per loro,non fosse anche solo per l'invidia che hanno per il Nord Italia. Guarda caso tutte le cose strane che succedono negli ultimi tempi, virus, ponti che crollano, città allagate ecc. sono tutte nel Nord Italia. Abitanti del Nord Italia, o riprendete in mano la situazione e vi svegliate, o se no il rischio è di finire male, molto male.

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 28/03/2020 - 17:25

Conte un incapace. La sua conferenza stampa delle ore 18 non tiene conto dei dati forniti dagli ospedali, ma dall'INPS, almeno per i decessi perchè ci sono pensioni non ritirate

Beraldo

Sab, 28/03/2020 - 17:30

Avevo scritto un commento in cui dicevo la stessa cosa. Non serve nemmeno essere uno scienziato per capirlo.

MammaCeccoMiTocca

Sab, 28/03/2020 - 17:32

Se fosse soltanto la matematica che manca al governo, potremmo contentarci. Il guaio è che non ha i numeri nemmeno per stare in cielo ed in terra. L'europa poi è nel mezzo, se lo gira e rigira come vuole, lo stritola e come sempre finirà che saremo fregati dalla germania e riceveremo la pastiglietta da Conte per digerire.

sukram

Sab, 28/03/2020 - 17:32

A quanto pare in questo Paese non funziona proprio niente.... non sanno contare, non sanno fare i calcoli, non conoscono la statistica e quanto meno il calcolo delle probabilità, roba da terza classe nelle superiori. Ma sempre tutti bravi a dare la colpa agli uni ed agli altri. Una cosa è certa, siamo i primi al mondo per i morti causato da COVID-19.

Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 28/03/2020 - 17:33

saper raccontare è più remunerativo che saper contare

Papilla47

Sab, 28/03/2020 - 17:33

Abbiamo capito che ci vogliono solo più ragionieri.

cgf

Sab, 28/03/2020 - 17:36

a questo governicolo di sapientoni non riesci a fargli capire che non è vero che uno vale l'altro, si atteggiano a sapientoni e MAI nella Storia abbiamo perso così tanta credibilità… per forza, basta vedere le gaffe, una dietro l'altra da quando abbiamo Conte ed intendo dall'inizio, anche il primo governo Conte, tanti grillini sparlanti convinti di essere al grande fratello

DRAGONI

Sab, 28/03/2020 - 17:37

E' UNO DEI DANNI, ANCHE DI IMMAGINE, PRODOTTI DA PERSONAGGI, CON CULTURA SIMIL GRANDE FRATELLO, CHE COMPONGONO LA CORTE DEI MIRACOLI DI GIUSEPPI.

Ritratto di aresfin

aresfin

Sab, 28/03/2020 - 17:37

L'avevamo gia' abbondantemente capito che quelli al governo non sono buoni a nulla, nemmeno a contare fino a dieci. Un gruppo di incapaci totali. A proposito dov'è finito il buffone Grillo?

GeoGio

Sab, 28/03/2020 - 17:39

siamo la barzelletta del mondo

adal46

Sab, 28/03/2020 - 17:43

Quod non fecerunt barberi, fecerunt Barberini....

Nick2

Sab, 28/03/2020 - 17:43

Finitela! Lo sappiamo tutti che i contagiati reali sono molti di più di quelli ufficiali. Ma questo è il modo di conteggiare i contagiati di tutto il mondo. E l'Italia è il Paese che ha effettuato un numero maggiore di tamponi rispetto a tutti i paesi europei! Per quanto riguarda il tampone su campioni di popolazione... lo scrivo da settimane!

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 28/03/2020 - 17:52

Enrico Bucci, docente di Biologia dei sistemi alla Temple University di Philadelphia,si preoccupi di quello che succederà negli Stati Uniti grazie a THE DONALD !!!!

ortensia

Sab, 28/03/2020 - 17:53

Ma al governo abbiamo piu' laureati in legge e in scienze politiche che matematici.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 28/03/2020 - 17:54

Cosa c...o centra il Governo se gli "scienziati" hanno pareri diametralmente opposti??

rigampi1951

Sab, 28/03/2020 - 17:58

Da un presidente del consiglio incompetente e arrogante, insieme ai suoi amici pidioti e grullini non ci si puo aspettare altro Si decida Mattarella a toglierci Conte dai piedi e fare un governissimo con gente preparata, in situazioni come queste occorre avere al governo persone con le palle, non degli impreparati e superficiali come questi

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 28/03/2020 - 18:00

E dove pensate di metterli i milioni di contagiati che, con ogni probabilità, ci sono? Isolarli dalle famiglie? E dove?

Reip

Sab, 28/03/2020 - 18:02

...Ma perché esiste un Governo in questo Paese? E se si cosa fa? A cosa serve?

Ritratto di PippoAngel52

PippoAngel52

Sab, 28/03/2020 - 18:04

Ogni stato misura a modo suo, in Italia ogni regione a modo suo .... e gli “pseudo esperti” commentano i numeri tirandoci bidonate ogni volta che aprono bocca ...... Qui dove abito io ci sono molti morti: secondo me i morti causa Coronavirus sono molti di più di quelli assegnati ufficialmente .... quando mai avete visto convogli militari che spostano salme in giro per l’Italia perché i forni crematori sono stra-saturi ???

Giorgio1952

Sab, 28/03/2020 - 18:31

Ognuno dice quello che crede, Burioni è quello che da Fazio il 9 febbraio disse “Possiamo stare tranquilli in Italia il virus non c’è, è lecito preoccuparsi solo per l’influenza”. Lo so anch'io che i numeri non sono attendibili, ma non scrivete “Se il numero degli infetti scende, dal governo si felicitano: le misure stanno funzionando. Se all’improvviso il numero degli infetti risale, si lanciano ipotesi giustificatorie”. Sono le stesse parole del governatore Fontana, cito due notizie e potete verificare le date : “Lombardia, crescono i positivi Fontana : Sono preoccupato (Il Giornale C.Bassi - Ven, 27/03/2020 – 06.00) "Sicuramente non sta crescendo la linea di contagi ma penso stia per iniziare la discesa". Lo annuncia a metà giornata Fontana nel consueto punto stampa trasmesso in diretta Facebook (Rai news 27 marzo 2020).

scurzone

Dom, 29/03/2020 - 10:38

Il fatto di non sapere contare è un dramma tutto italiano, come dimostrato dai commenti qui riportati.

Gianca59

Dom, 29/03/2020 - 15:38

Ma questi scienziati dei miei stivali, perché solo ora se ne escono con queste critiche ? Ricordo solo che 2 mesi fa questo virus per loro non ci avrebbe neanche sfiorato e che se lo avesse fatto bastavano fazzolettini per soffiarci il naso e al limite la tachipirina. Abbiamo avuto il paziente 1 e neanche si sono posti il problema del conteggio, bastava un bit per contare ricoverati, tamponati, all' ospedale, in terapia intensiva, guariti e morti. Ma che vadano a quel paese !