Salvini incontra Orban: M5S prende le distanze. ​E la sinistra si mobilita

Martedì a Milano il faccia a faccia tra Salvini e Orban. I grillini fanno muro: "Incontro politico, non istituzionale". E la sinistra si mobilita

Salvini incontra Orban: M5S prende le distanze. ​E la sinistra si mobilita

Salvini incontra Orban e i Cinque stelle prendono le distanze dall'alleato. A margine della vicenda della nave Diciotti, ancora ferma al porto di Catania, il ministro dell'Interno continua la sua politica di dialogo con l'Ungheria. L'incontro tra il primo ministro di Budapest e il vicepremier leghista si terrà martedì in prefettura a Milano.

"L'incontro tra Matteo Salvini e Viktor Orban - scrivono in una nota i capigruppo M5S di Camera e Senato, Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli - va considerato come un incontro solo ed esclusivamente politico e non, dunque, istituzionale o governativo". Si tratta di un comunicato ufficiale, che vuole separare il sentiero pentastellato da quello leghista. Almeno sul piano delle alleanze internazionali tra parti politiche. Di Maio in questi giorni, nonostante l'oppisizione di Fico, sta facendo di tutto per assecondare l'alleato di governo. Ma sul rapporto con Orban le cose sembrano diverse. "I Paesi che non aderiscono ai ricollocamenti - si legge nella nota pentastellata - e tutti quelli che nemmeno si degnano di rispondere alla richiesta d'aiuto dell'Italia, ignorando la necessità di condividere l'accoglienza, per noi non dovrebbero più ricevere i fondi europei. E tra questi, al momento, c'è anche l'Ungheria".

In effetti ieri il ministro Moavero aveva reso noto come il suo incontro con un ministro d'Ungheria non aveva portato ad un accordo per il ricollocamento degli immigrati della Diciotti.

Intanto anche la sinistra si mobilita. E martedì alcune associazioni andranno in piazza San Babila per protestare contro "un'idea d'Europa sovranista e nazionalista che non ci appartiene". A ideare il sit in sono state le associazioni 'Insieme senza muri" e i "Sentinelli di Milano". L'obiettivo? "Ricordare a entrambi il valore della solidarietà e dell'accoglienza". Parteciperanno pure alcuni politici del Pd, a partire dall'assessore Pierfrancesco Majorino: "Ci saremo anche noi. Per contrapporre alla violenza delle loro politiche il valore dell'accoglienza e della responsabilità nella gestione dell'immigrazione", ha detto Majorino.

Commenti