Salvini: "Le pensioni più alte? ​Taglio simbolo di equità"

Salvini intervistato a In Mezz'Ora di Lucia Annunziata di fatto apre alla prposta del M5s che vuole una sforbiciata agli assegni più alti

Salvini: "Le pensioni più alte? ​Taglio simbolo di equità"

Matteo Salvini non chiude le porte ad un taglio sulle pensioni d'oro. Il vicepremier intervistato a In Mezz'Ora di Lucia Annunziata di fatto apre alla prposta del M5s che vuole una sforbiciata agli assegni più alti: "Il taglio delle pensioni d’oro e dei vitalizi sono simboli di giustizia ed equità sociale". Una frase che di fatto accende nuovamente il dibattito sui tagli alle pensioni. Negli ultimi giorni ha infatti fatto discutere la presa di posizione di Luigi Di Maio che ospite a Porta a Porta ha fatto sapere che le sforbiciate potrebbero arrivare anche al 40 per cento.

Un messaggio chiaro quello del ministro dello Sviluppo Economico che ha messo immediatamente in allarme migliaia di pensionati che temono una riduzione del rateo già a gennaio. Di fatto i tagli rigurderebbero i pensionati che sforano il tetto dei 90mila euro lordi l'anno con un assegno di fatto di 4500 euro lordi. Non è ancora chiaro se la sforbiciata prenderà il via con un contributo di solidarietà (voluto dalla Lega). Questo metodo potrebbe mettere al riparo il provvedimento da eventuali contestazioni da parte della Consulta. Bisognerà attendere però il testo finale per capire in che modo verranno ridotti gli assegni.

Commenti