Le sardine saranno a Bibbiano. L'ultima piazza contro Salvini

Le sardine saranno in piazza a Bibbiano per manifestare contro Matteo Salvini. I due comizi saranno a soli duecento metri. Presente anche Mattia Santori

Le sardine incontrano gli abitanti di Bibbiano

Alla fine le sardine, il movimento di protesta guidato da Mattia Santori, saranno in piazza a Bibbiano, il comune finito al centro delle cronache nazionali in seguito all'inchiesta Angeli e demoni. La contromanifestazione si terrà il prossimo giovedì alle 19, proprio in concomitanza a quella organizzata da Matteo Salvini. E non poteva essere altrimenti: il leader leghista, infatt, rappresenta l'unica ragion d'essere del movimento che, val la pena ricordarlo, non propone alcunché se non folli regole, come il daspo per i social, o censure preventive (ma solo per chi sta un po' più a destra del centro).

Bibbiano, poi, non è un luogo qualsiasi. Salvini lo ha scelto perché qui, secondo la narrativa portata avanti dalla Lega e da Fratelli d'Italia, si celerebbe un vero e proprio sistema, gestito dal Partito democratico e da alcune cooperative amiche, in grado di strappare i figli alle proprie famiglie per darli in affidamento in cambio di favori e soldi. Un vero e proprio business, insomma, che nasconderebbe anche il desiderio, da parte di alcuni attivisti e terapeuti, di favorire la teoria gender. Le sardine, dal canto loro, hanno sempre minimizzato i fatti di Bibbiano, derubricati a fantasie sovraniste volte a screditare un partito - il Pd - che nulla ha a che fare con i "demoni" di questa inchiesta. Per questo motivo, avevano provato a rubare la piazza alla Lega e, nei giorni scorsi, era girato un sms in cui i simpatizzanti del movimento ittico scrivevano: "Grazie alle Sardine reggiane siamo riusciti a soffiare la piazza di Bibbiano agli sciacalli leghisti. Ovviamente loro sono in para (paranoia, ndr) perché gli rompiamo e non poco le uova nel paniere e stanno facendo la figura dei cioccolatai perché hanno venti persone su una pagina Facebook, ma non sono in grado di prenotare le piazze prima di annunciarle. Ora, l'unico modo che hanno per salvare capra e cavoli è farci revocare la piazza dalla questura. Che però dovrà assumersi la responsabilità di questo gesto dopo che abbiamo dimostrato a tutta la stampa e tv che la piazza spetta a noi e che abbiamo i documenti che lo provano".

La questura ha dato la precedenza alla Lega in quanto partito politico e ha spostato le sardine un po' più in là, che si ritroveranno al teatro Metropolis, a 200 metri circa dalla manifestazione della Lega. Poi, la campagna elettorale finirà. E le sardine, molto probabilmente, scompariranno e potranno tornare finalmente in scatola.

Commenti

stefi84

Lun, 20/01/2020 - 23:03

Il nulla contro un partito, chi vincerà?

jaguar

Lun, 20/01/2020 - 23:26

Mattia Santori cerca rogna, non c'è altra spiegazione.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 20/01/2020 - 23:33

Se non portano almeno Vasco, sara un FIASCO!!!!!jajajajajajaja.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 20/01/2020 - 23:35

Certo che il comune non fa una piega:non si rende conte che due manifestazioni in antitesi potrebbero provocare tafferugli e violenza non voluta?

Gattagrigia

Mar, 21/01/2020 - 02:58

Egregio Federici, come lei scrive, per ora Bibbiano resta una narrativa della Lega, strumentalizzata da Salvini che ha portato anche sul palco di Pontida una bambina come testimonial dei fatti che nulla aveva a che fare con Bibbiano e con ciò che li è accaduto. Detto questo, sarà da vedere chi avrà più astanti, perché come disse la sardina, concetto difficile da capire per molti, tutti hanno diritto di esprimere la propria opinione ma non di essere ascoltati

gianf54

Mar, 21/01/2020 - 07:17

Se succedono tafferugli, chi si assume la responsabilità?

Alfa2020

Mar, 21/01/2020 - 07:38

Speriamo se ce qualcuno che a un buon senso che non corono dietro a questi pagliacci sinistrati perche questi non interessa cosa va male in Italia allora interessa solo Salvini

Alfa2020

Mar, 21/01/2020 - 07:55

Un movimento nasce per dimostrare per quello che non funziona nel paese ma questi anno solo salvini in testa perche non e un normale movimento questi sono formati dai partiti di sinistra loro anno capito che non si possono presentare piu da nessuna parte e anno fondato questo schifo

ruggerobarretti

Mar, 21/01/2020 - 08:08

Contro Salvini, e ci puo' stare, ma a favore di quello schifo perpetrato in quella citta', Pd o non Pd?? Cosa pensano di questa vergognosa vicenda?? Passa qualcosa di tangibile nella zucca di questi occupatori di piazze???

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 21/01/2020 - 08:32

LE SARDINE ORMAI SONO AL RIDICOLO. E poi é troppo tempo che cono uscite dall'acqua e non sono state fritte, per cui puzzano!

dagoleo

Mar, 21/01/2020 - 10:03

vanno a Bibbiano a parlare di cosa? delle belle azioni sui bambini poste in essere dagli assistenti sociali sinistrati assecondati dal PD locale? vanno a spiegare che è stato tutto un fraintendimento? che non è successo nulla? si si dev'essere così. Un consiglio alle sardine. invece di invitare musicisti rossi, invitate le famiglie danneggiate e violate da quelle turpitudini.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 21/01/2020 - 10:39

La vicenda di Bibbiano dovrebbe essere anzitutto chiarita a livello processuale,la politica che si è tuffata a capofitto sulla vicenda usando i bambini per fare propaganda è una delle cose più vili e ignobili che io ricordi.Sbagliano questi ragazzi a voler fare da contraltare alla Lega. Vanno lasciati sbraitare in piazza con i loro meschini e ignobili slogan, così invece daranno ancora più risalto ad una manifestazione che andrebbe semplicemente ignorata.

buonaparte

Mar, 21/01/2020 - 12:10

è vergognoso quello che è successo ieri sera a bibbiano . persone di una certa età si sono prestati per propaganda politica DI DIFENDERE QUEI VERGOGNOSI CHE SI SONO ARRICCHITI CON LA MONTAGNA DI SOLDI PER I MINORI.,, VOGLIO RICORDARE IL PERCHè ORA LE ONG PORTANO MINORI. ANCHE ORA STA ATTRACCANDO A POZZALLO UNA PARCA CON 40 PERSONE DI CUI 20 MINORI CHE RIMARRANNO IN ITALIA PERCHè LE COOPERATIVE RICEVONO I 3000 EURO AL MESE SUPERANDO IL DISCORSO DEI 35 EURO PER I MAGGIORI.. VI INVITO AD INFORMARVI SUL MORTO A GRADISCA DI ISONZO IN FRIULI REGISTRATO DALLE COOPERATIVE 2 ANNI FA COME MINORE ED ORA CHE è MORTO SI è SCOPERTO CHE AVEVA 38 ANNI.NESSUN GIUDICE FA UN CONTROLLO A TAPPETO SULLE VERE ETà? SI è SAPUTO CHE AVEVA 38 ANNI PERCHè SI SONO FATTI AVANTI I PARENTI PER UN RISARCIMENTO. INCREDIBILE QUESTA è L'ITALIA ORA E NESSUNO NE PARLA..