Scontro Boschi-Salvini. Ora Renzi corre ai ripari

Il premier Renzi: basta, non si va più da Floris, Gruber e Formigli

Scontro Boschi-Salvini. Ora Renzi corre ai ripari

Il confronto televisivo tra Maria Elena Boschi e Matteo Salvini ha fatto fare il boom di ascolti a La7. Infatti, la trasmissione Otto e Mezzo di Lilli Gruber ha registrato l'8,3% di share, pari a 2 milioni e 86mila spettatori superando addirittura Maurizio Crozza e il Tg2.

Di questo si è accorto anche il deputato del Pd e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi. Che ha tuonato contro la Rai: "Record ascolti La7 Boschi a confronto con Salvini: ennesima occasione persa da Rai. Informazione anima servizio pubblico, ma non per questi vertici".

Sul confronto in sé e su chi dei due protagonisti abbia primeggiato ci sono divergenze di opinioni. C'è chi sostiene che la comunicazione pacata e il sorriso della Boschi abbiano avuto la meglio e chi invece pensa che il leader della Lega Nord abbia stanato il ministro su temi come Banca Etruria.

Al netto delle considerazioni però, Salvini è tornato alla carica scrivendo su Twitter: "Più Renzi e Boschi si fanno vedere in tv, più il NO cresce nei sondaggi! Non molliamo". Invece, secondo le ricostruzioni di alcuni quotidiani, pare che lo stesso ministro Boschi non sia rimasta contenta della propria performance televisiva, mentre il Fatto quotidiano scrive che Renzi avrebbe imposto il suo diktat: basta non si va più da Floris, Formigli e Gruber.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti