Se a Roma Grillo cade ​in una buca della Raggi

Grillo inciampa in una buca e scherza: "Diranno che l'ha fatta la Raggi...". E il sindaco promette: "Stanno ripartendo gli appalti". Ma esplode la polemica

Se a Roma Grillo cade ​in una buca della Raggi

Giù, a terra. Una brutta caduta causata da una delle tante buche che devastano le strade della Capitale. Oggi pomeriggio Beppe Grillo è inciampato durante la manifestazione romana sul No al referendum (guarda il video). "Adesso diranno che è caduto in una buca della Raggi - scherza il fondatore del Movimento 5 Stelle - è stato un infiltrato a farmi inciampare...". Ma in men che non si dica infiamma la polemica. E il sindaco di Roma, chiamata in causa, cerca di parare il colpo: "Stiamo facendo ripartire gli appalti, la legge prevede procedure molto lunghe".

È bastata una goffa caduta di Grillo per mettere a nudo tutta l'incapacità del sindaco pentastellato. Le buche, piaga di tutte le strade capitoline, non sono state rattoppate. E, per uno strano scherzo del destinio, a finirci dentro è proprio il leader del partito di Virginia Raggi. Sulla quale ora si sono accesi i riflettori di tutti. E, mentre il leader dei 5 Stelle Beppe Grillo cade in una delle migliaia di buche di Roma e il sindaco Raggi annuncia gare d'appalto che servirebbero a stento a risolvere i problemi di un solo quartiere, i volontari di Tappami oggi erano in strada a mettere in sicurezza numerosi di questi crateri. "Di serial killer a Roma ci sono solo le buche, ormai talmente diffuse da costituire un pericolo senza precedenti - spiega Cristiano Davoli, presidente dell'associazione Tappami che si occupa di tappare le buche stradali della Capitale - solo organizzando il volontariato civico dei cittadini che possono dare una mano si può sperare di aumentare la sicurezza di pedoni e automobilisti". "I 5 stelle di Roma, invece - conclude Davoli -, pensano solo ai soldi degli appalti per la manutenzione stradale. In attesa che si attenda l'arrivo di questi soldi la gente si fa male, cosi come oggi è successo a Grillo, o ancora peggio".

Anche le opposizioni hanno colto l'occasione della caduta di Grillo per tornare ad attaccare la Raggi. "Dal centro alle periferie le strade sono costellate di dissesti", tuona il capogruppo di Fratelli d'Italia in Campidoglio, Fabrizio Ghera, invitando il sindaco di Roma a non prendere in giro i cittadini. "La realtà è che ha fatto un bando mascherato da proroga tant'è che oltre alle nostre denunce anche l'Anac ha avviato anche un'istruttoria in merito". Durissimo anche Stefano Pedica del Pd: "C'è poco da ridere e scherzare, visto che ogni giorno migliaia di motociclisti rischiano la vita a causa delle pessime condizioni del manto stradale".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento