Sea Eye, chiesta archiviazione per Matteo Salvini

Il ministro dell'Interno Salvini era stato iscritto nel registro degli indagati insieme al prefetto Matteo Piantedosi, capo di gabinetto al Viminale, per abuso d'ufficio

Sea Eye, chiesta archiviazione per Matteo Salvini

"La Procura della Repubblica di Roma mi dà una buona notizia. È stata presentata richiesta di archiviazione per me per l'evento Sar del 3 aprile 2019", a proposito del caso dell'Alan Kurdi dell'Ong Sea Eye. Lo ha annunciato con un video su Facebook il ministro dell'Interno, Matteo Salvini.

"Nel corso delle indagini preliminari ero stato iscritto nel registro degli indagati per abuso d'ufficio e rifiuto di atti di ufficio", ha spiegato il vicepremier leghista. Salvini era stato iscritto nel registro degli indagati insieme al prefetto Matteo Piantedosi, capo di gabinetto al Viminale.

"Ringrazio il pm che ha chiesto l'archiviazione. Sono convinto di agire, con tutti i miei limiti e i miei difetti, per il bene della sicurezza del mio Paese. Ho detto, dico e dirò di no a qualsiasi sbarco che aiuti i trafficanti di esseri umani", ha concluso Salvini.

Commenti

Grazie per il tuo commento