"Senatori a vita? Istituto feudale". Ma ora il M5S si regge sul loro voto

La frase citata in aula da Salvini scritta nel Blog delle Stelle: "I senatori vita muoiono troppo tardi”. Ora sono decisivi per sorreggere il governo Conte

Il titolo di Repubblica nell’immediato le chiama “frasi choc” citate da Salvini. Fratoianni (Leu) le definisce “vergognose”. Da più parti si levano voci di sdegno. Anche la presidente Casellati redarguisce Salvini perché “irrispettoso” del ruolo dei senatori a vita. Ma la citazione letta dal leader della Lega ieri al Senato non era composta di parole sue. Quel "'i senatori vita non muoiono mai o muoiono troppo tardì”, infatti, è scritto nero su bianco in un post del Blog delle Stelle datato 28 agosto 2012. Sembra tanto tempo fa, ma non così tanto.

L’articolo contiene ancora oggi la foto di Rita Levi Montalcini, Giulio Andreotti, Carlo Azelio Ciampi, Mario Monti ed Emilio Colombo. Il titolo è eloquente: “Senatori a vita, praticamente eterni”. A quel tempo il Movimento Cinque Stelle infatti coi parlamentari nominati dal Presidente della Repubblica non volevano aver nulla da spartire (oggi invece ci costruiscono maggioranze). I toni sono durissimi. L’allora new entry veniva chiamata “Rigor Montis”, non proprio un complimento, e il veleno si riferisce al professore della Bocconi divenuto premier nel 2011. Monti, in sostanza, ieri ha accordato la fiducia ad un governo composto da quello stesso Movimento che pochi anni fa lo sbeffeggiava definendolo nominato “per meriti sconosciuti e immunità parlamentare acquisita”.

Scherzo del destino, poi, vuole che ieri sia morto Emanuele Macaluso, da tutti elogiato come un gigante del fu Pci. Prima della seduta a Palazzo Madama l’Aula ha giustamente osservato un minuto di silenzio. Vittoria Casa, grillina presidente della commissione Cultura, ha pure commentato con dolore la scomparsa di un “punto di riferimento per più classi dirigenti”. Peccato che in quello stesso articolo del 2012, il M5S inserisse il povero Macaluso nel calderone (dispregiativo) dei papabili senatori a vita, definendolo “quello della corrente ‘migliorista’ di Napolitano. Cos'è cambiato da allora?

Ai trasformismi gli italiani sono ormai abituati. Dai “voltagabbana” ai “costruttori” il passo è stato breve, così come dal disprezzo verso Monti&co. al governarci a braccetto. Sentite qui cosa dicevano un tempo i grillini: “In Senato pochi voti possono determinare l’esito di un voto di fiducia o l’approvazione di una legge non costituzionale. È già successo. I senatori a vita possono risultare decisivi. È già successo”.Tutto vero. Oggi infatti sono vitali per mantenere in sella il governo Conte, ma non mi pare di aver visto grillini intenti a strapparsi i capelli.

I pentastellati ritenevano addirittura che “l’istituto delle nomina del senatore a vita” sfuggisse “a qualunque controllo democratico”. Andava cancellato. Capito? Non solo. Segre, Cattaneo e Monti, i tre approdati nella maggioranza di Conte, per il (vecchio) M5S risiedono a Palazzo Madama solo grazie ad una “promozione di carattere feudale, baronale, come ai tempi dei valvassini e dei valvassori”. Quasi “per diritto divino”. Tale era l’odio per questo istituto, da affermare che “la vita democratica della Nazione deve essere decisa unicamente dagli elettori”. Se “uno vale uno”, è il ragionamento, il voto di Napolitano (o di Mattarella) deve contare quanto quello del signor Mario Rossi: il PdR non può eleggere a suo piacimento cinque elevati. Giustissimo. Allora facciamo così: Di Maio e Di Battista quei voti di Segre, Cattaneo e Monti non li contino. Facciano finta di non aver incassato la loro fiducia. O forse anche su questo hanno cambiato idea?


I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Duka

Mer, 20/01/2021 - 10:14

Dai 5STALLE non c’è molto da meravigliarsi. Li hanno nominati “grillini” perché seguaci di un soggetto notevolmente disturbato. Hanno visto il fascino di molti soldi facili e sicuri che, per soggetti scappati di casa senza arte ne parte, rappresenta il miracolo del secolo. Grazie a loro ed ai fessi che li hanno votati ora il nostro paese è letteralmente in mutande.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 20/01/2021 - 10:18

Io poi vorrei tanto sapere che cavolo significa quel "UNO VALE UNO " scuola , fin dalla prima elementare ci hanno insegnato le tabelline, la prima voce é quella del " 1 x 1 = 1. Quando il tristemente burlesco grillo se ne usci' con questa elementare verità matematica, espresse senza ombra di dubbio , la sua infinita conoscenza della matematica. UNO VALE UNO. Credo che questa sia la più importante scoperta , dopo naturalmente la scoperta della tazzina del café con manico a sinistra. Un grande luminare al cui braccio s'aggrappa l'altro luminare Giuseppi, colui che ha confermato tale scoperta.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 20/01/2021 - 10:25

La sinistra in Italia oramai equiparata ad una spectre, controlla ogni leva delle istituzioni, oramai la carica di pdr e' "cosa loro" di seguito i cd senatori a vita vengono nominati nella loro area(sempre utili all'abbisogna) la magistratura e'"cosa loro" e anche il.corridoio ue, siamo da decenni innemergenza democratica, gov di dx o di sx

polonio210

Mer, 20/01/2021 - 10:37

I senatori a vita si dividono in due categorie:quelli nominati dal presidente della Repubblica e quelli di diritto che sarebbero poi gli ex presidenti della Repubblica.A questo punto mi domando perchè non si metta mano all''Art. 59 della Costituzione prevedendo che i senatori a vita,in quanto non eletti dal popolo in regolari e democratiche elezioni,non possano votare leggi ne dare la propria fiducia ad un qualsiasi governo in quanto la loro carica è solo un riconoscimento per il "lustro" che hanno dato alla Repubblica.Altrimenti degli individui,privi totalmente dell'investitura del popolo,possono determinarne il futuro.Oppure sia abolita totalmente la carica di senatore a vita,sia di nomina che di diritto, in quanto anacronistica e offensiva nei confronti del popolo sovrano.

antoniopochesci

Mer, 20/01/2021 - 10:45

Anche per me l'istituto dei Senatori a vita è frutto di una concezione feudale della politica, per cui andrebbero aboliti tout court, anche perché, caso strano, ma mica tanto poi, hanno gravitato e gravitano tutti o quasi, in una certa area politica. Se poi, invece di rimanere alti ed asettici nella loro aura istituzionale, come se fossero cioè "patrimonio" dell'intera Nazione, si buttano nella mischia fino a partecipare anche al voto, è normale che si becchino anche qualche critica sul loro operato, né più né meno degli alti senatori eletti dal popolo. Rifuggo sempre dal processo alle intenzioni, però una domanda me la pongo: se a chiedere il loro "soccorso" ci fosse stato un premier di CDX, si sarebbero precipitati, visto che sono i recordman degli assenteisti?

dagoleo

Mer, 20/01/2021 - 10:49

dire che i 5 star sono ridicoli è pure poco. sono il ridicolo del ridicolo. purtroppo 1 volta li ho anche votati. mea culpa.

jaguar

Mer, 20/01/2021 - 11:12

Con tutto il rispetto per la signora Segre, anche un mio zio fu internato nei campi di concentramento mangiando bucce di patate per non so quanto tempo, però quando fu liberato continuò nel suo vecchio e onesto lavoro, l'agricoltore.

antoniopochesci

Mer, 20/01/2021 - 11:19

Est modus in rebus: soprattutto contro la doppiezza morale di cui, i comunisti ieri e i piddini oggi con tutti i nipotini della cortigianeria mediatica al seguito, menano anche vanto. Nel suo intervento al Senato, non proprio brillane, Salvini si è permesso di citate e ricordare l'affronto vomitato contro i Senatori a vita qualche anno fa da Grillo, il padre padrone che tiene in ostaggio il Parlamento ed il Governo. Ebbene le verginelle, oggi folgorate sulla via di Damasco dal Santone genovese, si sono scagliate contro il leghista, reo di aver rinfrescato e citato quell'affronto. Un po' come prendersela non contro Bruto che pugnalò Cesare, ma con lo storico Tito Livio che si permise di ricordarlo.

flip

Mer, 20/01/2021 - 11:23

PERCHE? NON VIENE RISTUDIATA LA COSTITUZIONE??????? I TERMPI SOMNO MOLTO CAMBIATI DA QUANTO E' STATA ISTITUITA........

WmatteoSalvini

Mer, 20/01/2021 - 11:26

conte + M5stalle + Pd = GAME OVER ....ci avete provato ad incollarvi le sedie, ma non è servito.....a casa pagliacci....!!

Calmapiatta

Mer, 20/01/2021 - 11:27

Continuare a battere sulle ipocrisie e sulle contraddizioni del M5s è ormai cosa inutile. Si è ormai ben compreso che il Movimento non esiste e che l'unico obiettivo degli eletti è mantenere poltrona e privilegi. Ripeto, il M5s non esiste più.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Mer, 20/01/2021 - 11:28

Senatori a vita, non eletti da nessuno, con stipendi, privilegi, autisti, e diritto di voto al Senato. La carica di senatore a vita deve essere abolita, é uno schiaffo alla Democrazia, un insulto agli elettori, un mezzo meschino per sostenere una parte del Governo, una legittimità forzata e sbagliata. Forse alcuni hanno un po' di dignità, ma quelli che, ultranovantenni accorrono per votare la fiducia ad un Governo scalcagnato e rattoppato, agiscono per ordine di qualcuno e non per scelta personale. I senatori a vita rischiano di rappresentare il fallimento della Democrazia.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mer, 20/01/2021 - 11:31

BASTA SENATORI A VITA!!! Conservino pure il titolo, ma senza diritto al voto, perché non sono stati eletti dal popolo e quindi non lo rappresentano.

Ritratto di Smax

Smax

Mer, 20/01/2021 - 11:40

I senatori a vita vanno spazzati via. Cancellare dalla costituzione l’odioso privilegio. Non è la prima volta che gente eletta da nessuno salva governi, rigorosamente pd, e vota leggi infami.

cecco61

Mer, 20/01/2021 - 11:45

La solita storia: le schifezze targate sinistra tali non sono, ma vanno messi al bando coloro che hanno il coraggio di denunciarle. Quindi, per le frasi in questione, nulla da dire ai grillozzi che le hanno partorite, ma assalto a Salvini che denuncia la falsità e l'ipocrisia di certa parte politica. Come, negli USA, si condanna chi denuncia le porcherie di Clinton e BLM, non quello che hanno effettivamente fatto ben peggio di Trump e soci.

stefano.f

Mer, 20/01/2021 - 12:06

Senatori a vita SONO QUELLI CHE VOTANO A FAVORE DELLE PATRIMONIALI. UN ALTRA FIGURA CHE IN QUESTO PAESE RIDICOLO DEVE CANCELLARE. Ieri sembrava di essere a Teatro spettattori inermi nanzi l'ennesimo triste squallido dannoso spettacolo. Paese finito economicamente e socialmente. Nessuna speranza.

quarantena

Mer, 20/01/2021 - 12:11

Articolo perfetto soprattutto per mostrare quale livello di bassezza morale, i 5st hanno raggiunto pur di salvare la poltrona rococò! Ma se si pensa che questo possa servire a scuotere le loro coscienze ormai seppellite sotto un multistrato di sterco, SI PRENDE UNA CANTONATA GALATTICA! Hanno completamente e definitivamente smarrito il sii pur minimo senso della vergogna! A noi insignificanti comuni mortali è concessa la consolazione di ribadire come a loro sia rimasta solo la "disinteressata fiducia" del fior fiore del parassitismo, statalismo e statoassistenzialismo del paese di pulcinella: però non immaginavo certo che fossero così numerosi!

Santorredisantarosa

Mer, 20/01/2021 - 12:12

LA COSTITUZIONE ITALIANA O ALTRO TERMINE LA CARTA COSTITUZIONALE E' UN RIGURGITO DEL SECOLO 1800. I SENATORI A VITA SONO I PERSONAGGI CHE CON FORSE UN CERTO SBAGLIO, MA NON TANTO, ERANO PERSONE NOMINATE DAL RE. I PERSONAGGI ILLUSTRI CHE RENDONO LUSTRO ALL'ITALIA NON RENDONO LUSTRO E ONORE ALLA POLITICA DEI GOVERNI. OLTRE TUTTO SONO NOMINATI DAL PDR E I DISEGNI POLITICI SONO L'ESPRESSIONE POLITICA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CHE VIOLA IL DETTAME COSTITUZIONALE DI ESSERE SOPRA TUTTO E DI TUTTO E DI RAPPRESENTARE L'UNITA' DELLA NAZIONE. VEDASI CHE SONO TUTTI DI SINISTRA. SALVINI MELONI QUANDO SARETE AL GOVERNO ABROGATE QUESTE NOMINE OTTOCENTESCHE O SETTECENTESCHE E POI LIMITATE A UNA VOLTA SOLA LA NOMINA DI UN PRESIDENTE SENZA ELEZIONI.

maxmado

Mer, 20/01/2021 - 12:13

Tutto vero quanto commentato da altri sui senatori a vita, ma il vero problema è un altro, ovvero la totale mancanza di democrazia di fatto nel nostro Paese, che ha fatto sì che da "io non ci sto"-Oscar-Luigi in poi i presidenti della repubblica siano stati sempre di una parte politica, forse, forse un po' di meno Ciampi, meno brutalmente schierato a sinistra o contro il centrodestra. Se così non fosse, i senatori a vita sarebbero più o meno distribuiti tra destra e sinistra e non sarebbero determinanti. Al contrario avere senatori a vita che in caso di stallo votano solo contro il centrodestra fa diminuire ancor di più il grado di democrazia, ovvero il grado di sovranità popolare che dovrebbe distinguerci, visto che è oggetto dell'art. 1 della nostra Costituzione. Questo è il vero problema.

Ritratto di w£aPOLTRONA..

w£aPOLTRONA..

Mer, 20/01/2021 - 12:19

LA DIGNITA, LA VERGOGNA TORNERA' DI MODA

ondalunga

Mer, 20/01/2021 - 12:46

L' istituzione dei "Senatori a Vita" in teoria potrebbe essere un baluardo per la difesa della Democrazia, in pratica è l' ennesimo guinzaglio messo al collo del Paese dalle forze cattocomuniste, tutti i senatori a vita son stati scelti ben bene per "meriti superiori", strapagati per agire magari uno o due giorni ogni 5 anni così che assicurino un buon servigio ai padroni. ELIMINARE SUBITO sto skifo ANTIDEMOCRATICO, in Senato ci devono andare solo gli esponenti dei partiti eletti alle votazioni non a carampane messe li per assicurare il potere a qualcuno ! Anzi il Senato va abolito non serve ad una mazza !

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 20/01/2021 - 12:47

Se io fossi in quelli di forzetta italietta, non mi preoccuperei troppo dei tre voti dei senatori a vita a favore del governo. La non assiduità di costoro ai lavori del Senato è, a dir poco, scandalosa... Al contrario ne farei un vero dramma se pensassi ai tre traditori (uno alla Camera e due al Senato) che hanno votato per il governo... Chi disse (più o meno): "Vedete la pagliuzza nell'occhio di qualcun altro e non vedete la trave che avete nel vostro?"

hectorre

Mer, 20/01/2021 - 13:08

e come al solito la Segre non ha capito quel che Salvini ha detto, un tantino faziosa, d’altronde l’età non l’aiuta!....quella frase è stata detta da grillo e condivisa dai grillini....il leader leghista ha ricordato alla senatrice a chi stava dando il voto di fiducia!!...

Ritratto di HARIES

HARIES

Mer, 20/01/2021 - 13:16

Non so se avete sentito l'intervista di Peter Gonez, ieri sera su Rai1 durante la diretta al Senato. Lui sostiene (ovviamente C&C con il movimento) che i tempi sono cambiati e che il M5S ha sempre detto che avrebbero fatto il Governo con chi ci stava... ERGO:= Tutto fa brodo! Quindi il male della politica italiana è concentrata su un solo partito: l'ammucchiata!

giovanni951

Mer, 20/01/2021 - 13:26

istituzione da eliminare....gente che prende 15000€ al mese senza far nulla tant'é che vanno jn senato solo quando c'é da votare.E tutti votano a sx. Una vergogna

timoty martin

Mer, 20/01/2021 - 13:34

Ovvie le loro scelte, ringraziano chi ha regalato loto importante reddito mensile e poteri.

ROUTE66

Mer, 20/01/2021 - 14:48

Sembra che una Senatrice a VITA,abbia dichiarato:chi vota a destra non è degno di rispetto;(HO USATO QUESTE PAROLE )per gentilezza. Bene ora con tutto il MIO RISPETTO,proprio LEI fa le liste di prescrizione? proprio LEI che ha patito sulla propria pelle il peso della RAZZA ELETTA? è difficile solo pensare quanto si possa cadere in BASSO quando si è accecato dal LIVORE POLITICO

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 20/01/2021 - 16:37

Credo che i senatori a vita siano un’esagerazione, che però piace a tanti, per non dire al sistema. La domanda che mi sono fatto, tempo fa, è se e in quali altri stati nel mondo esiste una tale confusione fra politica e potere.