Politica

La sforbiciata sui vitalizi colpisce pure Scalfari

Nella sforbiciata dei vitalizi che ha predisposto il presidente della Camera Fico con l'appoggio del vicepremier Luigi Di Maio, c'è un nome illustre: Eugenio Scalfari

La sforbiciata sui vitalizi colpisce pure Scalfari

Nella sforbiciata dei vitalizi che ha predisposto il presidente della Camera Fico con l'appoggio del vicepremier Luigi Di Maio, c'è un nome illustre: Eugenio Scalfari. Il fondatore di Repubblica, è tra i più colpiti dal colpo di forbici che si sta per abbattere sugli assegni. Il giornalista, come ricorda Libero, incassa mensilmente un assegno perché è stato parlamentare con i socialisti nel corso della legislatura che va dal 1968 al 1972. Dal 1984 percepisce un assegno da 3.108 euro al mese.

Adesso scatta la sforbiciata e proprio quell'assegno passerà a 1.043 euro con un taglio netto del 66,4 per cento. Ma attenzione. Il piano prevede anche una sorta di clausola di salvaguardia per chi ha un ricalcolo che abbassa a più del 50 per cento la cifra percepita prima del colpo di forbici. E così l'assegno di Scalfari potrebbe arrivare a 1,470 euro. Insomma anche "Barbapapà" è finito nel mirino del taglio dei vitalizi. Una delle vittime illustri dei tagli pentastellati che si stanno per abbattere sugli ex parlamentari.

Commenti