Silvio Berlusconi: "Governo di unità o elezioni, Mattarella indichi la soluzione"

Berlusconi manda un messaggio chiaro e chiede al Colle di scegliere la soluzione più opportuna per la crisi in corso

Silvio Berlusconi: "Governo di unità o elezioni, Mattarella indichi la soluzione"

Il clima politico in Italia è teso. Giuseppe Conte potrebbe salire al Qurinale per rassegnare le dimissioni nelle mani di Sergio Mattarella. Il destino del governo è appeso a un filo e dietro le quinte di Palazzo Chigi sono ore frenetiche per organizzare i prossimi scenari e, da parte della maggioranza, evitare le elezioni, vero spauracchio per la sinistra del Paese. In questi momenti così difficili si è fatta sentire la voce di Silvio Berlusconi, che con una nota ha fatto il punto sulla posizione del centrodestra in merito alla crisi e all'immediato futuro dell'Italia.

"La strada maestra è una sola: rimettere alla saggezza politica e all'autorevolezza istituzionale del Capo dello Stato di indicare la soluzione della crisi, attraverso un nuovo governo che rappresenti l'unità sostanziale del Paese in un momento di emergenza oppure restituire la parola agli italiani. Mi auguro che il presidente del Consiglio sia consapevole dell'ineludibilità di questa strada", ha scritto Silvio Berlusconi. Per il leader di Forza Italia, ora le elezioni o un nuovo governo sono l'unico percorso da intraprendere il bene dell'Italia: "Qualunque altra soluzione significa prolungare una paralisi che il Paese non si può permettere e che quindi ovviamente non ci vede disponibili. Di tutto questo ho ragionato a lungo con i miei collaboratori e con i vertici di Forza Italia, e posso garantire un'assoluta unità di valutazioni o di intenti".

Silvio Berlusconi si appella all'unità della coalizione di centrodestra, che ora più che mai deve restare coeso per fare fronte ai nuovi scenari politici. I sondaggi parlano chiaro: la coalizione che ora si trova all'opposizione ha quasi il 50% dei vori degli italiani e in caso di elezioni anticipate è molto probabile che in Parlamento si cambi maggioranza. L'unione dei partiti di area centrodestra è forte e alla sinistra fa paura l'idea delle nuove elezioni in questo momento, proprio per l'ampio consenso di cui l'opposizione ora gode nel Paese.

In queste ore c'è stata una straordinaria accelerazione della crisi. L'impressione è che si sia giunti a un punto di non ritorno, senza più possibilità di trovare compromessi per salvare il salvabile dalle parti della maggioranza, che ora è sfaldata. La conta in Senato sulla relazione di Alfonso Bonafede appare attualmente perdente per Giuseppe Conte, il Recovery Plan ha necessità di modifiche strutturali e l'impressione è che non ci siano più gli spazi di manovra. Per questo motivo il centrodestra si appella ora alla saggezza di Sergio Mattarella per risolvere la crisi nel modo più utile per il Paese e non per gli interessi della politica.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti