La Slovenia chiude i confini agli italiani: solo transito

Da domani la Slovenia chiude i confini con l'Italia. I cittadini italiani potranno soltanto transitare nel Paese per un massimo 12 ore e soltanto per raggiungere altre destinazioni.

La Slovenia chiude i confini agli italiani:  solo transito

Da domani la Slovenia chiude i confini con l'Italia. I cittadini italiani potranno soltanto transitare nel Paese per un massimo 12 ore e soltanto per raggiungere altre destinazioni. Una decisione che ha già scatenato le proteste della Lega.

Sono esclusi dalla disposizione lavoratori transfrontalieri, vettori internazionali, persone in transito, membri di delegazioni straniere. Ammessi ingressi per motivi aziendali urgenti o esami medici. Anche i proprietari di beni immobiliari possono attraversare il confine con familiari stretti. Le persone provenienti da Paesi o unità amministrative di Paesi ad alto rischio di contrarre il nuovo coronavirus potrann però essere messe in quarantena dalla polizia di frontiera slovena. La quarantena potrà essere evitata portando con sé il risultato di un test che attesti la negatività. La Croazia invece per il momento ha soltanto annunciato l'arrivo di misure restrittive per contenere il coronavirus.

In Svizzera invece si trovano già di fronte alla necessità di scegliere chi salvare. Con nuovi record quotidiani di contagi, torna d'attualità un documento delle linee guida dell'Accademia svizzera delle scienze mediche (Assm) e della Società svizzera di medicina intensiva (Ssmi) per le decisioni riguardanti il triage dei pazienti in terapia intensiva. Finchè sono disponibili risorse sufficienti, tutti i pazienti che necessitano di cure intensive vengono ricoverati e trattati secondo criteri stabiliti. Se si verifica una situazione di emergenza con un gran numero di pazienti gravemente malati, è necessario prendere decisioni di razionamento, afferma l'Assm. Il protocollo prevede due livelli di emergenza, tipo A quando i posti letto di terapia intensiva sono disponibili ma con capacità limitate e tipo B con nessun posto letto di terapia intensiva disponibile. Casi limite che prevedono l'esclusione del ricovero in terapia intensiva per i pazienti oltre 85 anni o anche degli over 75 con malattie gravi.