Sofri-Saviano choc su Salvini: "Brutto str... e ceffo vigliacco"

Sofri pubblica sul Foglio un commento choc contro Salvini: "Coglione, disgustoso gradasso". Saviano condivide. E il leghista li querela

Sofri-Saviano choc su Salvini: "Brutto str... e ceffo vigliacco"

"Bacioni e querele". Con queste parole garbate Matteo Salvini commenta la violentissima rubrica Piccola posta pubblicata da Adriano Sofri sul Foglio e condivisa su Facebook da Roberto Saviano. L'argomento è, ovviamente, il caso della Sea Watch 3. E, come tutti i progressisti italiani, anche l'ex leader di Lotta Continua si mette in fila ad attaccare il ministro dell'Interno. Lo fa usando insulti e parolacce. Un profluvio di volgarità senza precedenti che solletica a tal punto l'autore di Gomorra da spingerlo a rincarare la dose con un post durissimo.

"Senti, brutto stronzo". Inizia così la rubrica di Sofri. E continua peggio: "Ti piace insultare una giovane donna in gamba a nome del governo italiano, eh? Maramaldo". È un insulto via l'altro. Poi continua così: "A nome degli italiani, 60 milioni? Pallone gonfiato, ceffo vigliacco. Ti sei rotto le palle, eh? Coglione. Te li sudi tu i tuoi selfie, eh?". E ancora: "Disgustoso gradasso. Non è granchè, ammetto. Sento che si può fare di meglio, cioè di peggio. Tu sì, mezza calzetta, tu puoi, fatti un altro selfie, completa tu a piacere. Controfirmo tutto". Un rancore mai visto e messo nero su bianco. Questo scritto avrebbe dovuto suscitare lo sdegno di tutti. Ma così non è stato. Saviano si è subito schierato al fianco dell'ex leader di Lotta Continua e ha condiviso il commento aggiungendo, a sua volta, parole al vetriolo contro il leader del Carroccio. "Condivido con voi l’analisi politica più lucida degli ultimi mesi - si legge su Facebook - grazie Adriano!".

Ovviamente Salvini non ha lasciato correre ma ha risposto immediatamente. Non ha usato toni inqualificabili come i suoi avversari, ma ha giustamente passato la pratica ai suoi legali. "Essere insultato dal pregevole duo Sofri-Saviano mi rende ancora più orgoglioso del mio lavoro in difesa del popolo italiano", ha scritto su Twitter annunciando, appunto, che querelerà sia Sofri sia Saviano.

Anziché fare mea culpa, Saviano ha risposto all'annuncio della querela con

un nuovo post velenosissimo. "Ministro, mi aspetto almeno un Editto Reale - scrive l'autore di Gomorra - potrebbe incaricare Ginotto Di Maio per notificarmelo. Mi pare ’nu guaglione affidabile". Al limite non c'è mai fine.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica