Sondaggio: Lega al 26,9% e Pd solo al 19%. Male Renzi

Secondo l’ultimo sondaggio di Swg per La7, Carroccio in calo ma saldamente in testa. Giù i dem e FdI, crescono M5s e Forza Italia. Tutti i dati

Sondaggio: Lega al 26,9% e Pd solo al 19%. Male Renzi

La settimana delle indagini demoscopiche viene inaugurata con l’ormai tradizionale sondaggio di Swg per il telegiornale di La7 di Enrico Mentana. Che cosa racconta questa volta l’analisi? Qualcosa che non è certo una novità, ovvero la forza della coalizione di centrodestra, che qualora si presentasse unita alle prossime elezioni politiche supererebbe il 47% dei voti: sommando infatti i volumi di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, lo schieramento intercetterebbe – per l’esattezza – il 47,1% delle preferenze.

Passando in rassegna i numeri delle singole formazioni politiche, in cima alla classifica dei consensi c’è sempre il Carroccio, registrato però in calo di quattro decimi di punto: la compagine leghista guidata da Matteo Salvini cala infatti dal 27,3% della precedente rilevazione al 26,9%.

Cede qualcosina anche il Partito Democratico, che lascia per strada lo 0,1% e finisce al 19% tondo-tondo dei favori. Diverso, invece, il trend del Movimento 5 Stelle, che cresce dello 0,4% e ritorna sopra al 16%: i pentastellati di Beppe Grillo e Vito Crimi – travolti dallo scoop (da verificare l’autenticità) di Abc che parla di presunti finanziamenti al M5s da parte del Venezuela nel 2010 – salgono di quattro decimi di punto, dal 15,8% al 16,2%.

Giù Fratelli d’Italia, visto che il sondaggio racconta che il partito di Giorgi Meloni cede lo 0,3%, calando così dal 14,4% al 14,1%. Buona invece la performance di Forza Italia, visto che gli azzurri di Silvio Berlusconi vengono fotografati in crescita dello 0,5% al 6,1% delle intenzioni di voto.

Il sondaggio inquadra al 3,7% La Sinistra (era al 4% la scorsa settimana), mentre rimane stabile al 3% spaccato Azione di Carlo Calenda. Sotto al 3%, seppur in ripresa dello 0,2%, ecco Italia Viva di Matteo Renzi: anche se questa settimana Iv torna a crescere, la potenziale prestazione elettorale del partito dell’ex rottamatore rimane deludente, visto che la realtà renziana – così fosse – rimarrebbe relegata all’irrilevanza.

Cresce di un decimo di punto Più Europa di Emma Bonino e Benedetto Della Vedova: 2,3%. Subito dietro, al 2,2% (+0,1% sul precedente sondaggio Swg) i Verdi, mentre bene Cambiamo! del governatore della Liguria Giovanni Toti, che sale dello 0,2% dall’1,1% all’1,3%. Tutte le altre liste messe assieme pesano per il 2,3%, mentre la percentuale di chi non si esprime – vuoi per indecisione vuoi per tendenza all’astensione – cala del 4% e passa così dal 42 al 38% del campione rappresentativo della popolazione elettorale italiana.

Commenti