Salvini irritato: vuole correre da solo

Regionali, Lega pronta allo strappo. No a Conte (e Berlusconi)

Roma - È un venerdì di tensione dentro il centrodestra. Parole pronunciate a mezza bocca, risposte evasive, stoccate più o meno accennate. Segnali tipici che accompagnano la stretta finale di una trattativa difficile, quella per i candidati governatori della Puglia e della Campania, su cui i leader faticano a trovare la quadra. I contatti sono continui, ma Matteo Salvini, dopo le vittorie ma anche dopo la dolorosa sconfitta in Emilia Romagna, appare deciso a ottenere un suo candidato in una delle due regioni del Sud e a rimettere in discussione il patto dell'autunno scorso. Magari neppure schierando un suo dirigente di partito, ma almeno in Campania un esponente della società civile scelto da lui. Il forcing leghista è in corso. E c'è anche chi arriva a non escludere un affondo a sorpresa: la presentazione di una candidatura salviniana fuori dalla coalizione di centrodestra. Una mossa che romperebbe la «pax regionale» che tanti successi ha ottenuto.

È chiaro che se questo avvenisse verrebbe inevitabilmente interpretato come un semi-divorzio politico. In questa fase la Lega sta battendo molto sul tasto della diversità di approccio rispetto agli aiuti europei cercando di far passare il messaggio di una Forza Italia pronta a entrare in maggioranza. «A volte non capisco le parole di Berlusconi. Dire sì al Mes, usare la stessa lingua di Renzi, mi lascia molti dubbi». Un affondo che si accompagna al timore che gli azzurri possano appoggiare una legge elettorale proporzionale (con cancellierato alla tedesca) e lavorare al progetto con il Pd. Ipotesi al momento decisamente lontane - Forza Italia ribadisce in ogni occasione utile che non esiste altra via fuori dal perimetro del centrodestra - ma comunque utili ad alimentare la competizione interna. Ieri qualche tensione si è anche registrata tra sul tema della scuola con Lega e Fdi sulla linea barricadera e Forza Italia su posizioni meno agguerrite, ma alla prova dei fatti anche Forza Italia ha detto no al dl.

Quel che è certo è che in queste ore si sta giocando una partita delicata. La prossima settimana i leader del centrodestra si vedranno per parlare delle regionali e sciogliere i principali nodi sul tavolo, a cominciare dai casi della Campania e della Puglia. Fratelli d'Italia e Forza Italia rivendicano i propri candidati-governatori, rispettivamente, Raffaele Fitto in Puglia e Stefano Caldoro in Campania. Difficile trovare il punto di mediazione possibile, anche se qualcuno dalle parti dei sovranisti inizia a suggerire uno scambio tra Campania e Toscana per uscire dalla strettoia. A meno che Salvini non tiri fuori un asso dalla manica e convinca una delle grandi figure imprenditoriali o della società civile napoletana a scendere in campo. «Caldoro è una brava persona. Ma la Lega vuole il cambiamento». Il problema è che i sondaggi vedono lo stesso Caldoro in testa tra i candidati politici del centrodestra, così come in Puglia Fitto risulta nelle condizioni di sconfiggere Emiliano con sette punti di vantaggio. Il braccio di ferro, insomma, è in corso e, sondaggi alla mano, l'usato sicuro appare più affidabile del nuovo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/06/2020 - 10:17

mi dispiace per loro, ma non avranno molte chances, se si metteranno contro l'europa :-) se vogliono stare in europa, lo devono fare insieme con il PPE, che è la migliore famiglia che esista in europa! se poi volete fare i sovranisti, fate pure ma rischiate soltanto alcune cose: isolamento politico, debolezza nei numeri, poca efficacia nei fatti, inconsistenza nelle idee (se non supportate appunto dai fatti)! il modo migliore per far del male a voi stessi e al centrodestra!

Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 06/06/2020 - 10:30

Ilcentro-bufala non esiste più perché le loro critiche all'Europa si sono rivelate infondate e perché gli italiani vogliono risposte non piazzate. Ancora una volta l'ha capito Berlusconi, anziano ma arzillo devo ammeterlo, mentre Salvini non vuole dividere lo scettro con Meloni, o é lui il maschio dominante oppure l'alleanza avrà vita breve...

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 06/06/2020 - 11:15

Evitiamo di favorire la sinistra e dintorni. Salvini e Meloni vanno bene così come sono. Non ha senso creare un conflitto interno al centro destra per favorire la sinistra. Quanto a Berlusconi bisogna capirlo, dopo ciò che ha dovuto subire, ma quando sarà necessario non tradirà le aspettative del Popolo di destra. L'unione fa la forza, mentre da soli non si va da nessuna parte.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/06/2020 - 11:43

appunto perchè sia necessario essere uniti per vincere, bisognerebbe far capire a salvini che certe strategie come quello che sta facendo ora, sono altamente divisive per tutto il centrodestra e bisogna impedirlo!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 06/06/2020 - 11:53

Campania e Puglia non andranno ai sovranisti, tanto De Luca quanto Emiliano hanno consenso sufficiente a respingere una proposta, quella sovranista, che in quelle due regioni oggi non ha senso la proposta sovranista, cosa ben diversa sarebbe stata se si fossero presentati candidati liberali con programmi di governo tarati sulle questioni locali irrisolte e accompagnati da dirigenti del territorio che conoscono bene la realtà sociale e politica.

mcm3

Sab, 06/06/2020 - 12:07

mortimermouse, questi sono i vostri compagni di merende, senza di loro Forza Italia viene dimenticata, il tuo caro Berlusconi deve solo accettare tutto quello che dicono

FedericoMarini

Sab, 06/06/2020 - 12:13

IO SPERO CHE QUESTO CORONAVIRUS TRA TANTI DISASTRI HA FATTO UNA CISA GIUSTA, ALLONTANARE DAL POTERE,PER SEMPRE SALVINI E MELONI,SENZA FAR SALIRE AL POTERE LA SINISTRA PIU’ BECERA,CHE ,INSIEME COSTITUISCONO IL MALE. OSCURO DI QUESTO PAESE.. MI AUGURO CHE OGGI POSSA GOVERNARE IL SAPERE, IL PREVEDERE,, IL. PROVVEDERE, CHE BUTTINO ALLE ORTICHE OGNI IDEOLOGIA., E SI APRANO ALLE IDEE.

Brutio63

Sab, 06/06/2020 - 13:34

In democrazia la gente vota liberamente e qui da anni ha scelto un Centrodestra, meno centro e più destra, coerente e meno incline ad inciuci e portare i voti di destra all’ammasso sinistro! Che poi i sinistri amino la democrazia in stile DDR e quando non vincono ricorrono alla delegittimazione ed al soccorso delle toghe rosse è un dato di fatto.

ex d.c.

Sab, 06/06/2020 - 14:01

Con Salvini è Meloni di CD non va da nessuna parte. Dal 2017 non hanno fatto un passo giusto. Ed hanno aumentato i voti. Questo la dice lunga sull'impreparazione degli elettori

Giorgio1952

Sab, 06/06/2020 - 15:56

Negli articoli sui sondaggi Alberto Giorgi continua a parlare di Cdx, non sono d'accordo neppure sulle candidature per le regionali.

trasparente

Sab, 06/06/2020 - 17:51

L'importante è che corra e faccia qualcosa, altrimenti la Meloni raddoppia.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/06/2020 - 17:54

cosa succederebbe se berlusconi e sinistra si mettono d'accordo per farla finita, in cambio di concessioni reciproche? significherebbe che l'italia finalmente potrebbe ripartire, stufa di queste guerre politiche che non giovano a nessuno! pur se vero che è colpa della sinistra che siamo in questa situazione, ma non possiamo trascinarci in una lotta che dura da ANNI! intanto partiamo da qui, poi, una volta ripartito, si potrebbe pure cambiare idea e riprendere le posizioni che prima erano state accantonate. tutto qui! se salvini capisce questo, bene, se non capisce questo, non andrà molto lontano, perchè l'europa ormai si sta coagulando intorno all'asse sinistra-berlusconi (che, ricordiamolo, NON significa affatto che berlusconi sia diventato di sinistra, o che viceversa la sinistra sia diventata di destra!) :-) capito avete? mah.... non ho molta fiducia nei babbei comunisti grulli, però i miracoli a volte appaiono quanto meno te li aspetti....

WSINGSING

Sab, 06/06/2020 - 17:55

I fatti bisogna raccontarli nella maniera giusta. Sono VENTI ANNI che il centrodestra ha RINUNCIATO a combattere nelle regionali pugliesi. Ad oggi non si sa ancora chi è il candidato ufficiale!! La colpa del centrodestra è stata (ed è) quella di non aver MAI contrapposto alla sinistra un personaggio di spicco. Oggi Fitto è un cavallo perdente. Il Governatore Emiliano avrà partita vinta. E giustamente perchè ha gestito in maniera più che buona in periodo di coronavirus.

trasparente

Sab, 06/06/2020 - 17:58

Autentiche falsità.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 07/06/2020 - 10:40

Non si possono ignorare le recenti posizioni di Berlusconi, alquanto incerte se non dubbie. Ma non si può accettare che Salvini sia pronto a presentarsi da solo, abbandonando anche la Meloni, che ultimamente è cresciuta, mentre lui è sceso. La Regola è e deve essere che “l’unione fa la forza”! Salvini ritorna al 2 giugno e stai buono!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 07/06/2020 - 11:07

Per Salvini ripeto da ieri. Evitiamo di favorire la sinistra e dintorni. Salvini e Meloni vanno bene così come sono. Non ha senso creare un conflitto interno al centro destra per favorire la sinistra. Quanto a Berlusconi bisogna capirlo, dopo ciò che ha dovuto subire, ma quando sarà necessario non tradirà le aspettative del Popolo di destra. L'UNIONE FA LA FORZA, mentre da soli non si va da nessuna parte.

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 07/06/2020 - 13:47

Questo è fuori come un balcone. Ho capito: con gente simiile avremo la sinistra al governo per sempre

ex d.c.

Dom, 07/06/2020 - 14:46

Lasciamolo correre fino all'esterno della politica. Ha già fatto troppi danni!