Sui nomi per l'Economia è scontro tra Di Maio e il Colle

Di Maio: "Rigettati anche Bagnai e Siri". Il Quirinale: "Non ha fatto quei nomi"

Sui nomi per l'Economia è scontro tra Di Maio e il Colle

È scontro aperto tra il Quirinale e il Movimento 5 Stelle, con Luigi Di Maio che accusa il Presidente Mattarella di avere rigettato non soltanto il nome di Paolo Savona come potenziale ministro dell'Economia, ma anche altre due possibilità che gli sono state presentate.

"Avevo fatto arrivare dei nomi alternativi", assicura il leader politico grillino, parlando a Pomeriggio Cinque. E i nomi sono quelli di "Bagnai e Siri, che erano poi persone della Lega". Ma che a sentire lui non sono stati accettati perché "nel loro passato avevano avuto posizioni critiche nei confronti dell'Europa"

Una versione dei fatti che non corrisponde a quella del Colle, che anzi attraverso l'ufficio stampa ribatte: "Non risponde a verità la circostanza, riferita dall'on. Luigi Di Maio a Pomeriggio 5, che al presidente della Repubblica siano stati fatti i nomi di Bagnai e Siri come ministri dell'Economia".

Non arriva maggiore chiarezza da Matteo Salvini. "Non ho idea se Di Maio ha fatto questi nomi", ha detto, ancora a Pomeriggio Cinque.

Aggiungendo però: "Sarei onorato, perchè sono due parlamentari della Lega". Ma è ancora Di Maio a confermare di "aver fatto pervenire al Quirinale i nomi di Bagnai e Siri per uscire dall'impasse sul ministro dell'Economia".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica