"Sui vaccini siamo al flop annunciato"

Il deputato azzurro: "Immunità di gregge solo a fine anno, inaccettabile"

Pierantonio Zanettin, deputato veneto di Forza Italia, boccia l'azione del governo sui vaccini e indica come esempio Israele.

Sale l'indice dei contagi e il numero dei positivi, mentre i ritardi sui vaccini rischiano di trasformare in disillusione la grande speranza dell'immunità di gregge. Come valuta la situazione?

«Molto negativamente, perché la campagna annunciata dal commissario Arcuri è iniziata male: in più di una settimana sono state usate circa 119mila dosi, su 470 mila che dovevano essere in dotazione. I numeri ci dicono che ci sono grosse difficoltà e che la distribuzione non è stata preparata a dovere».

La sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa assicura che entro aprile saranno vaccinati tra i 10 e i 13 milioni di italiani. Ma il ministro Speranza aveva parlato di 13 milioni al primo aprile: c'è già un passo indietro?

«Il ministro lo aveva detto giusto il 28 dicembre, mentre ora le previsioni sono già più basse. Considerato che le dosi necessarie sono due, invece di 300mila al giorno come si era detto l'ipotesi è di 90mila al giorno. Così, si raggiungerebbero i 40 milioni di vaccinati, con l'immunità di gregge, solo a fine anno e sarebbe davvero inaccettabile».

In questo momento sono disponibili dosi solo di due tipi di vaccino, mentre gli altri tardano ad essere approvati e ad arrivare. Il governo doveva assicurarsi delle scorte extra fin dall'inizio, come ha fatto la Germania?

«Sarebbe stato opportuno, perché da tempo erano sorti problemi sul vaccino di Astra-Zeneca e la Germania ci ha pensato per tempo. Mentre il nostro governo è rimasto indietro, attenendosi alle previsioni europee».

Anche il reclutamento dei vaccinatori sembra non essere ancora partito e ci sono problemi per la conservazione delle dosi Pfizer a temperature bassissime.

«Per i vaccinatori ho parlato con amici che hanno fatto la domanda, poi scaduta a fine dicembre e che ancora non hanno avuto risposta. Non sono stati neppure convocati e poi dovranno essere, almeno un minimo, formati. Mentre apprendiamo che sui frigoriferi c'è una ricerca spasmodica e le aziende lamentano una pianificazione superficiale».

C'è poi il problema di un intervento a macchia di leopardo, con alcune Regioni che vanno più spedite e altre più lente.

«Lo stiamo vedendo in questi giorni. La mia Regione, il Veneto, sta facendo appieno il suo dovere, come l'adiacente Trentino-Alto Adige, mentre altre arrancano».

Anche in Lombardia ci sono difficoltà.

«Mi pare che la Regione sia partita un po' in ritardo ma si è impegnata a recuperare il gap».

Qual è, a suo parere, il modello straniero cui dovrebbe guardare l'Italia?

«Vanno sempre copiati i migliori e tra i Paesi occidentali certamente Israele è quello che ha i risultati di gran lunga più validi. Senza tanti gazebi con le primule, ha utilizzato un'efficentissima struttura militare e di intelligence».

Quindi il governo rischia il fallimento sul piano vaccini?

«Direi che è già scritto, purtroppo, e speriamo che si possa recuperare. Renzi, che tanto critica, dovrebbe essere coerente e staccare la spina a questo governo incapace».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/01/2021 - 10:27

Sicuro con un piano di vaccino approssimativo, durerà 2 anni, richiamo compreso, se gestito dai soloni della sinistra. Ad andare bene.

Calmapiatta

Mar, 05/01/2021 - 11:30

@Leonida55 io sono molto preoccupato. Ma non ne faccio una questione di dx o sx, perchè se è vero e certificato che la sx ha governato come peggio non si poteva, non vedo nel cdx nessuna scintilla di coscienza sociale, civica o ideale. La sx improvvisa, la dx, al massimo, baccaglia. In mezzo un paese allo stremo.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 05/01/2021 - 11:31

Con il vaccino hanno mandato siringhe inadatte, impossibili da utilizzare: IMPOSSIBILE VACCINARE. Che fosse un flop era evidente - fino ad ora hanno fallito su tutto, non c'è motivo che non falliscano pure sui vaccini - ma che sbagliassero pure le siringhe pare davvero troppo. Che siano ignoranti, incapaci e talmente cinici ignorare il bene del popolo per dedicarsi solo ai loro interessi (soldi e poltrone)lo sapevamo tutti, ma adesso stanno esagerando. Intervenga Mattarella, intervenga l'esercito, intervenga la UE, intervengano i russi, gli americani, i finlandesi, gli ottentotti, intervenga chi vuole ma liberateci da questa gente.

Ritratto di Adespota

Adespota

Mar, 05/01/2021 - 12:16

Grazie a mio cugino Vincenzo, impiegato di concetto presso l'Asl 666 di Crotone, che ha lavorato in sinergia con L'Asl 828 di Milano, sono venuto al corrente del piano predisposto per le vaccinazioni nelle 2 regioni collegate. Le inoculazioni si effettueranno, per motivi sindacali, solo lun-merc-ven, dalle 9 alle 12, mentre martedì è dedicato alla digitalizzazione ed invio dati al cervellone centrale di Arcuri (si spera privi di virus)mentre giovedì gnocchi. Per partecipare occorre aver scaricato preventivamente l'app di immuni, recarsi nei giorni indicati presso un unico nosocomio regionale e poi sperare in un 'estrazione a sorte limitata ai primi duecento che si presenteranno in coda. Per i non estratti di giornata è previsto un voucher da spendere presso un ospedale a scelta nel caso di infezione da covid.

bernardo47

Mar, 05/01/2021 - 12:28

Hanno umiliato professionisti sanitari quali ostetriche, assistenti sanitari o tecnici sanitari ecc.li valorizzino e diano pari dignità a tutte le professioni sanitarie. Ne avra’ beneficio anche la vaccinazione.

Ritratto di llull

llull

Mar, 05/01/2021 - 12:36

Dai, non esageriamo. E' già stato predisposto il design dei gazebo dove fare i vaccini ed individuato anche il simbolo: la primula. Vi pare poco? Tutto il resto sono dettagli di poco conto. O no?

Indifferente

Mar, 05/01/2021 - 12:39

@calmapiatta: purtroppo ha ragione! I flop e l'improvvisazione sono marchi di fabbrica degli inetti ed incapaci che al momento fanno da capetti. La storia ha mostrato che altri non sono stati migliori. Di conseguenza, quelllo che dovrebbe essere il Paese migliore al mondo, una specie di Eden in Terra, è condannato ad essere umile servo degli interessi altrui. D'altra parte, storicamente, la divisione in guelfi e ghibellini affonda le radici già in Romolo e Remo..fratelli che invece di allearsi e dominare il mondo si sono combattuti.. Ci sarà mai qualcuno che capirà che i nemici sono fuori dai confini? Che fuori non ci sono partner, alleati ed amici ma gli stessi nemici che ci sono stati in tutti i secoli già trascorsi? La pace tra due individui è difficile, a livello mondiale è impossibile..

agosvac

Mar, 05/01/2021 - 12:50

Il più grosso problema da superare con questo vaccino Pfizer è la conservazione a temperature così basse che pochi freezer sono in grado di mantenere costanti. Ovvero si rischia grosso di fare deteriorare grosse quantità di vaccino.

giangar

Mar, 05/01/2021 - 12:50

Mentre qui si continua a parlare a vanvera di flop e fallimenti, la campagna di vaccinazioni in Italia procede speditamente e, finora, siamo tra le prime nazioni al mondo sia per numero assoluto di vaccini praticati, sia per percentuale di popolazione già vaccinata. Se avete dati concreti che dimostrano il contrario, per favore forniteli.

ItaliaSvegliati

Mar, 05/01/2021 - 13:35

Mi piacerebbe sapere invece cosa ha funzionato.....si fa prima!!!

necken

Mar, 05/01/2021 - 13:57

se le vaccinazioni vanno a rilento c'è la possibilita di sperimentarli meglio

giangar

Mar, 05/01/2021 - 14:40

Il flop delle siringhe??? Altra notizia completamente inventata! Parliamo di 1.000 siringhe "sbagliate" inviate al Policlinico S. Matteo di Pavia. E questo rallenterebbe la campagna vaccinale facendone un flop?

CarloLinneo

Mar, 05/01/2021 - 16:32

Se nemmeno nella regione top d'Italia il piano vaccinale non funziona la colpa "in primis" è di Conte, "in secondis" di Speranza e "in terzis" di Arcuri. Non credo che bergoglio abbia colpe.