Tav, l'Unione europea pagherà metà dell'opera

La Regione Piemonte annuncia: "I finanziamenti relativi alla prossima programmazione per il Corridoio mediterraneo nell'ambito dei progetti per l'interoperabilità, la decarbonizzazione e la digitalizzazione saranno pari al 50%"

Tav, l'Unione europea pagherà metà dell'opera

L'Unione europea finanzierà al 50% la Tav Torino-Lione. A dirlo è stato Francesco Balocco, assessore ai Trasporti della Regione Piemonte che ha definito "importante" questa notizia perché "conferma quanto anticipato nei mesi scorsi".

"Lunedì è stato deciso dall'Unione Europea che i finanziamenti relativi alla prossima programmazione per il Corridoio mediterraneo nell'ambito dei progetti per l'interoperabilità, la decarbonizzazione e la digitalizzazione saranno pari al 50%". spiega Balocco. A stretto giro arriva anche il commento del vicepremier Matteo Salvini: "Ottima notizia e motivo in più per farla", dopo che per tutta la giornata c'è stato un battibecco continuo con il presidente Sergio Chiamparino sul tema della bocciatura del referendum sulla Tav da parte del Viminale. Il piddino, davanti a tale bocciatura, ha replicato: "Avevo annunciato di voler tenere una consultazione popolare, prevista dal nostro Statuto e che non ha bisogno di alcuna legge attuativa per essere convocata. Gli avevo chiesto di autorizzarla in concomitanza con le elezioni, e questo è stato da lui negato". Da New York, Luigi Di Maio, invece, si è limitato a commentare la novità arrivata da Bruxelles: "E' chiaro che le tempistiche sulla Tav dipendono dal dialogo fra Conte e Macron".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti