La Toscana fa "tremare" Conte. Perché si può ribaltare la Storia

Dopo l’Emilia Romagna anche la Toscana diventa, per la prima volta, contendibile per il centrodestra. La leghista Ceccardi è alla pari con il candidato dei dem Giani

Dopo l’Emilia Romagna anche la Toscana diventa, per la prima volta, contendibile per il centrodestra. L’eurodeputata ed ex sindaco di Cascina, Susanna Ceccardi, è in gara appoggiata dalla Lega, FdI, Forza Italia e la lista Toscana civica. Il centrosinistra schiera il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, un piddino con un passato nei socialisti appoggiato da Pd, Italia Viva-+Europa, Europa Verde, Sinistra Civica Ecologista, Orgoglio Toscana e Svolta! Alla sua sinistra si candidano Marco Barzanti per il Partito Comunista Italiano, Salvatore Catello per il Partito Comunista e il consigliere comunale di Firenze Tommaso Fattori per Sì Toscana a Sinistra. Il M5S schiera la consigliera regionale Irene Galletti, mentre Tiziana Vigni è la candidata novax del Movimento 3V.

I risultati precedenti e i sondaggi attuali

Nel 2015 Enrico Rossi fu rieletto col 48% dei voti, davanti al candidato sovranista Claudio Borghi che, sostenuto dalla Lega e da Fratelli d’Italia, si fermò al 20%. In terza posizione, col 15% arrivò il grillino Giacomo Giannarelli, mentre il forzista Stefano Mugnai ottenne il 9% e Tommaso Fattori il 6,3%. Secondo un sondaggio effettuato da Tecnè per l’agenzia Dire, stavolta, lo scarto tra le due principali coalizioni è inferiore ai dieci punti percentuali. Giani viene dato tra il 44 e il 48%, mentre alla Ceccardi, che nel 2016 espugnò la rossa Cascina col 50,3% dei voti, viene assegnato una percentuale tra il 38,5% e il 42%. La grillina Galletti si fermerebbe tra il 6 e il 10%.

Una rilevazione effettuata da Winpoll-Cise e pubblicata dal Sole 24 ore evidenzia un testa a testa. Giani è dato al 43%, la Ceccardi lo insegue al 42,5%. Uno scarto davvero minimo tra i due sfidanti. In pratica sono alla pari, dal momento che c’è sempre un margine di errore (in questo caso pari al 2,4%). Al terzo posto si posizione la candidata del Movimento 5 Stelle, Irene Galletti con l’8,3%. Gli altri candidati minori complessivamente raccolgono il 6,2%. Per quanto riguardi i consensi ai partiti c'è la sorpresa Lega che, con il 24%, potrebbe diventare il più votato della Regione. Il Pd sarebbe al secondo posto, con il 22,6%, mentre Fratelli d’Italia è dato all’11,8%. Il Movimento 5 Stelle otterebbe l’8,3%. Forza Italia è quotata 5,4%, appena lo 0,3% in meno di Italia Viva, il partito del potentissimo Matteo Renzi (5,7%).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 04/09/2020 - 10:18

Che strano , non accade nulla da parte delle risorse. Chissà perché si comportano bene in questi mesi pre elezioni!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 04/09/2020 - 11:01

Troppa gente testarda, come in emilia, votano a sinistra anche se il paese crolla. L'oggettività e l'imparzialità è un'altra cosa.

graffio2018

Ven, 04/09/2020 - 11:30

un amico mi ha detto: "riconosco che le politiche del pd non vanno bene, ma vuoi che voti da un'altra parte???????" veramente senza parole...io nella mia vita ho votato diversi partiti, secondo il programma elettorale che avevano, è assurdo votare un partito per abitudine pur riconoscendo che ormai non è più il partito che era una volta, i politici sono cambiati !!

FrateCipolla

Ven, 04/09/2020 - 11:48

Sveglia Toscana !!!! Guardate come sta trasformando le nostre città e paesi la sinistra...sta diluendo la nostra civiltà. Preparano le nostre banlieue e quartieri ghetto. Pensate veramente che tutto questo possa garantirci un futuro in pace ?

pbellofi

Ven, 04/09/2020 - 12:15

Comunque vincerà, anche se di misura,la sinistra e non cambierà nulla. Ammesso poi che, a livello sia regionale che , in futuro,nazionale, prevalga la coalizione di destra,la solidissima e autorigenerante struttura europeista-burocratico - economico - cooperativista- giustizialista , che viene denominata " sinistra" in Italia e in Europa , rimetterà le cose a posto, entro un annetto. Quindi...tutti tranquilli... É inutile agitarsi.

mimmo1960

Ven, 04/09/2020 - 12:15

Le città d'arte sono invasi dai venditori abusivi e nelle periferie degrado, ma!!!

bernardo47

Ven, 04/09/2020 - 12:23

segnalo che in toscana col sondaggio di d'Alimonte, il NO e' in vantaggio! si vota NO! viva la Costituzione. Voto politico libero, ma la Costituzione la amiamo tutti! si vota NO!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 04/09/2020 - 12:33

Nel 2019 la sinistra ha retto in Emilia Romagna, ma questa volta forse perderà in Toscana, la cui popolazione, anche se storicamente di sinistra, è piena di gente che lavora e produce, quindi in grado di ben valutare l’attuale partito delle chiacchiere, capace di curare i propri interessi personali meglio di quelli con un solo colore, tutto rosso.

Giorgio1952

Ven, 04/09/2020 - 13:07

Io non conosco Giani ma la Ceccardi è impresentabile, alla stessa stregua della Borgonzoni, vorrei far notare come il leader leghista si sia speso molto meno in Toscana rispetto alle regionali in Emilia Romagna, forse la sconfitta con Bonaccini lo ha riportato con i piedi per terra.

savonarola.it

Ven, 04/09/2020 - 13:10

Mi meraviglio di chi,come bernardo47, dice di amare la costituzione. La costituzione italiana non è altro che un'accozzaglia di luoghi comuni, in più spesso inapplicati. A cominciare dalla repubblica fondata sul lavoro: chi lavora in italia è penalizzato per mantenere nullafacenti di ogni tipo, italiani e non.

ST6

Ven, 04/09/2020 - 13:15

Chiunque vinca, di PROGRAMMI non se ne vedono: è sconfitta totale per gli italiani.

Malacappa

Ven, 04/09/2020 - 13:41

Bhe' e' normale che prima o poi la gente si stufa di sti sinistrati che ci hanno riempito di mantenuti a vita

Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 04/09/2020 - 13:43

"ribaltare la Storia"? che epressione bizzara, forse cambiare o fare sarebbero state espressioni migliori. Vediamo se Ceccardi ce la fa ma credetemi se vidico che con questi candidati scelti dall'alto e con certe esternazioni ci sarà da divertirsi in toscana se prevale la lega nazionale...

florio

Ven, 04/09/2020 - 15:05

Per i sinistri ogni esponente del CDX è impresentabile, mentre i loro sono tutti delle cime, operatori assoluti di capacità immense, quello che propongono lo mantengono sempre, vuoi mettere un Giani con la Ceccardi, dall'uscente Rossi. La Toscana rossa che ha vissuto per 70 anni con falce e martello, con posti di lavoro garantiti nel pubblico impiego, assistenzaialismo, nepotismo a non finire. Adesso arriva la leghista Ceccardi a scombinare tutto, non sia mai è impresentabile...!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 04/09/2020 - 17:02

Baldassari, ultimo sondaggio: "la Ceccardi è davanti nelle intenzioni di voto con il 43,1% contro il 41,7 del candidato del Centrosinistra Giani. Irene Galletti del Movimento 5 Stelle si ferma all'8,4%". E mancano ancora due settimane. Conte e Zingaretti bye bye, il CAPITANO non avrà pietà: pagherete per il male che avete fatto agli italiani.

Giorgio1952

Ven, 04/09/2020 - 19:04

florio esatto la Ceccardi è impresentabile, ma ha sentito qualche volta le cose che ha detto? Gliene dico una per esempio “E’ giusto che i medici calabresi siano pagati meno perché sono meno bravi” un’altra volta ce l'aveva con i migranti che costano 4,5 miliardi all'anno allo stato, soldi che sarebbe meglio investire in infrastrutture, lavoro, non in assistenzialismo, certo perché non la Lega non vole 37 miliardi del Mes e gli altri 84 a costo zero dall’Eu ma con 4,5 miliardi la Ceccardi risolve i problemi dell’Italia, tanto che un sacerdote presente le disse “Lei alimenta l'odio sui migranti'.

Veterano

Ven, 04/09/2020 - 19:17

Quelli che seguono e votano PD, devono capire che come tute le caste comuniste e finte-socialiste, arriva un momento nel quale si divorziano del popolo, e quelle che erano le bandiere originali di difesa dei lavoratori e degli strati sociali più deboli, si trasformano in bandiere personali di difesa dei loro interessi, delle loro poltrone, e dei loro giochi di potere, dando posti agli amici e raccomandati. Lo ho visto negli ultimi 52 anni in Latin America, Europa dell'Est, ed anche in Italia. Qui in Italia il PD non gioca a favore degli Italiani, ma a favore di loro stessi. Per favore, non li votate più.

Gianca59

Ven, 04/09/2020 - 19:29

Per me basta che il PD perda una delle sue regioni storiche, oltre a quelle già perse, e si deve, finalmente, andare a votare. Togliamoci di mezzo il M5S !

florio

Ven, 04/09/2020 - 19:34

Giorgio1952, ma la vostra propaganda contro è solo sugli immigranti? Sappia che se è così siete perdenti senza scampo. Continuate ad accusare Salvini di pensare solo all'immigrazione, ma non è così. Salvini gira fra la gente, ascolta i problemi, cosa che la sinistra ha dimenticato di fare abbandonando le periferie, preferendo le banche, la finanza. L'immigrazione è uno dei problemi, se voi non l'avete ancora capito e continuate a suonare la stessa solfa, allora la batosta elettorale vi aprirà la mente e gli occhi. La gente ne ha i tasconi pieni di ideologie sinistrorse, Mes no Mes frega nulla, conta l'occupazione , qui si rischia la chiusura di aziende, privati, partite IVA, senza l'introito di questi, i soldi lo stato dove li prende. Dipendenti statali, pubblici, pensionati a rischio, vi è chiaro questo, o continuiamo con l'assistenzialismo statale per affogare definitivamnete!