Il tweet di Musk dopo le minacce russe: "Se dovessi morire in circostanze strane..."

Scherza, ma non troppo Elon Musk quando risponde indirettamente a Dmitry Rogozin, direttore dell'Agenzia Spaziale russa Roscosmos ed ex viceministro di Mosca

Il tweet di Musk dopo le minacce russe: "Se dovessi morire in circostanze strane..."

Scherza, ma non troppo Elon Musk quando risponde indirettamente a Dmitry Rogozin, direttore dell'Agenzia Spaziale russa Roscosmos ed ex viceministro di Mosca, che lo ha accusato di fornire all'Ucraina apparecchiature per comunicazioni militari. «Se muoio in circostanze misteriose è stato bello conoscervi», ha twittato il Ceo di Tesla e SpaceX, nonché uomo più ricco del mondo, dalla piattaforma che ha recentemente acquistato per 44 miliardi di dollari.

Era già accaduto nel 2014 che Rogozin e Musk si punzecchiassero a distanza per questioni legate al lancio di due astronauti della Nasa sulla Iss a bordo della navicella SpaceX. Questa volta invece il capo dell'Agenzia Spaziale russa ha scritto su Telegram che - stando alla testimonianza del comandante della 36esima brigata dei marines di Kiev, catturato dall'esercito di Mosca - le attrezzature a terra del progetto Starlink di Musk per la connessione Internet «sono state consegnate al battaglione Azov e ai marine a Mariupol con elicotteri militari». «Stando alle informazioni in nostro possesso - scrive Rogozin - la consegna è stata effettuata dal Pentagono. Elon Musk, dunque, è coinvolto nel sostegno delle forze fasciste in Ucraina. E per questo, Elon, ne risponderai come un adulto. Non importa quanto farai lo sciocco». Per il Cremlino, dunque, Musk rifornirebbe «le forze fasciste in Ucraina» di preziose apparecchiature per le comunicazioni. E di questo, minaccia Rogozin, l'imprenditore dovrà rendere conto. Ma c'è chi ipotizza, come è stato scritto in passato dal quotidiano britannico The Telegraph, che i satelliti Starlink abbiano un ruolo cruciale nella resistenza ucraina, consentendo la guida dei droni che bombardano i carri armati e le attrezzature militari russe.

Commenti