Uccisa la mezzofondista Tirop. Accoltellata in casa dal marito

Trovata in una pozza di sangue. Aveva 25 anni e a settembre aveva segnato il record mondiale sui 10mila

Uccisa la mezzofondista Tirop. Accoltellata in casa dal marito

«Il Kenya ha perso un gioiello che è stato uno dei giganti dell'atletica in più rapida ascesa sulla scena internazionale». Con un comunicato denso di choc e commozione la Federazione di atletica leggera del Kenya dà il suo addio ad Agnes Tirop, dicendosi «sconvolta nell'apprendere della morte prematura della medaglia di bronzo mondiale dei 10mila metri», sul podio due volte, sia nel 2017 a Londra che nel 2019 a Doha e record mondiale segnato poco più di un mese fa, il 2 settembre, alla Road to Records Race in Germania, con il tempo di 30'01. Agnes aveva appena 25 anni ed è stata trovata senza vita nella sua casa di Iten, capoluogo della contea di Elgeyo Marakwet, ovest del Kenya. Una morte ancora più indigeribile non solo per la giovane età della vittima, per i suoi traguardi sportivi che la rendevano un simbolo virtuoso per il Paese, ma anche per la dinamica della sua fine. A ucciderla, accoltellandola, sarebbe stato il marito, che era anche il suo allenatore, anche se ancora nessun dettaglio ulteriore si conosce sul delitto, mentre gli investigatori sono al lavoro per capirne di più.

L'ennesima prova - se ancora ce ne fosse bisogno - che la violenza sulle donne non ha confini e che, nella stragrande maggioranza dei casi, a colpire a morte sono congiunti o conoscenti, a dimostrazione che il nemico troppo spesso si annida fra le mura di casa.

«È stata ritrovata sul letto, riversa in una pozza di sangue», ha spiegato il capo della polizia locale, allertata dopo che il padre della campionessa da diverse ore non aveva più sue notizie. «È stata pugnalata al collo», hanno precisato le forze dell'ordine, convinte che questo «sia ciò che ha causato la sua morte». Ma ferite di arma da taglio sono state rilevate anche sullo stomaco della maratoneta. Il marito è il principale indiziato. Si è dato alla fuga subito dopo il delitto, ed è ora ricercato per l'arresto.

Tirop aveva iniziato la sua carriera nel 2011, appena quindicenne, e a settembre di quest'anno, con il record di 30 minuti e un secondo stabilito a Herzogenaurach, in Germania, aveva staccato di 28 secondi il vecchio primato di 10 km su strada stabilito nel 2002. Nel 2015, vincendo la World Cross Country in Cina, era diventata la seconda medaglia più giovane della competizione.

«È inquietante, assolutamente sfortunato e molto triste che abbiamo perso un'atleta giovane e promettente che, alla giovane età di 25 anni, aveva portato così tanta gloria al nostro paese», ha dichiarato il presidente del Kenya Uhuru Kenyatta. «È ancora più doloroso che Agnes, un'eroina keniana sotto tutti i punti di vista, abbia dolorosamente perso la sua giovane vita a causa di un atto criminale perpetrato da persone egoiste e codarde». «Esorto le nostre forze dell'ordine a rintracciare e arrestare i criminali responsabili dell'uccisione di Agnes in modo che possano affrontare la piena forza della legge», ha aggiunto il capo dello Stato.

Commenti