Roma, cinghiali uccisi al parco giochi

"Un'esecuzione a sangue freddo. La mia associazione voleva salvarli". L'azzurra, presidente di Leida: "Insultata dal dirigente del Comune"

Non ha dubbi la presidente della Leida (Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente), nonché presidente dell'intergruppo parlamentare per i diritti degli animali, Michela Vittoria Brambilla: «È stata un'esecuzione a sangue freddo. Avevo dato la disponibilità di prendermi in carico la famiglia di cinghiali, ma con il dirigente del dipartimento Ambiente del Comune di Roma, Marcello Visca, non è stato possibile ragionare. Mi ha insultato davanti a tutti e per questo ho già dato mandato al mio avvocato di denunciarlo per diffamazione. Chiedo ora alla Raggi, come sindaca e come donna, di rimuoverlo dal suo incarico per non avallare un simile comportamento ancor peggio nei confronti di un esponente delle istituzioni quale sono io».

Presidente Brambilla, è arrabbiata?

«No, sono furiosa».

Che cosa è successo?

«Quando ho saputo che cosa stava per succedere, ho chiamato il governatore Zingaretti che mi ha messa in contatto con l'assessora regionale all'Ambiente Enrica Onorati, spiegandomi però, che il parco è di competenza comunale, ma assicurandomi che non ci sarebbero stati problemi a prendermi in carico i cinghiali».

Così però non è stato.

«Infatti. Ho organizzato una conference call a tre con il presidente della commissione Ambiente del Campidoglio, Daniele Diaco e l'assessora Onorati nella quale è stata formalizzata l'intenzione dell'associazione Leida di prendere in carico gli animali. Ma nonostante le sue raccomandazioni, Diaco non ha fermato il dirigente Visca che, senza esitazione, ha dato l'ordine di abbatterli».

Non risparmiandosi nemmeno con gli insulti.

«La famiglia di cinghiali è stata massacrata senza motivo con Visca che gridava alla gente spostatevi che voglio godermi lo spettacolo e per intimidire me, mentre il delegato Leida cercava di passargli il telefono per poterlo fermare, ha gridato io non parlo con le succhia.... Se questo è il modo di comportarsi...».

Un vero signore...

«Che la pagherà cara, ci può giurare. Le deputate del Pd Cirinnà e Prestipino faranno un'interrogazione parlamentare ed io, oltre a denunciare Visca, farò un esposto contro il Comune di Roma. Non è accettabile che nonostante la mia offerta di risolvere il problema mettendo in salvo gli ungulati, abbiano preferito ucciderli».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Valvo Vittorio

Lun, 19/10/2020 - 10:25

Una vita in simbiosi con gli animali è quasi impossibile per tutte le specie, a dimostrarlo sono gli avvenimenti di cronaca quotidiana! Costruire dei serragli per le specie più pericolose! Viene fatto per gli umani pertanto è giusto che si faccia anche per gli animali! La pandemia assorbe buona parte del tempo come salvaguardarci e tediarci anche con gli animali?

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 19/10/2020 - 11:20

Come tutti anche io ho una mia cultura, in calo con il crescere dell'età, ma in essa manca la conoscenza degli animali, anche di quelli di casa, come gatti e cani. Per quanto riguarda i cinghiali, che sono entrati far parte degli abitanti di Roma, non so assolutamente nulla, anche se ricordo, nel passato, di persone uccise da questi animali, anche un bambino, quindi sono rimasto sbalordito quando ho visto che ormai invadono le periferie di Roma. Se ieri sono entrati in un Parco Giochi hanno esagerato e per loro è andata male. Non piangerò per loro, con tutto il rispetto per la bella signora bionda.