Usa choc: reporter uccisi in diretta tv

Il killer spara, mette on line il video e si suicida. Sarebbe stata una vendetta per la strage razzista di Charleston

New YorkL'America è sotto choc per una nuova tragedia legata alle armi da fuoco. Vittime della follia omicida questa volta sono una giornalista e il suo operatore, freddati in Virginia mentre stavano effettuando una diretta tv. A uccidere la cronista Alison Parker, 24 anni, e il cameraman Adam Ward, 27 anni, dipendenti della emittente locale WDBJ , è stato un loro ex collega. Le autorità hanno identificato il killer come Vester Flanagan, un 41enne afroamericano che quando andava in onda usava il nome di Bryce Williams, e che ha lavorato per circa un anno a WDBJ prima di essere licenziato. L'uccisione dei reporter sarebbe stato un atto per vendicare la strage razzista di Charleston. A spiegarlo lo stesso assassino nel documento inviato via fax alla Abc . Inoltre sui social aveva rivolto accuse di razzismo ai colleghi. Su Twitter ha scritto: «Ho filmato la sparatoria, guardate su Facebook ». Immediatamente l'account @bryce_williams7 è stato sospeso e il video è stato cancellato da tutti i social , ma chi lo ha visionato parla di una vera e propria esecuzione.

Secondo quanto riportato dall'emittente tv, affiliata della Cnn , dopo la sparatoria avvenuta intorno alle 6.45 locali di ieri mattina, Flanagan è fuggito a bordo di un'auto. Quando la polizia lo ha raggiunto ed affrontato sulla Interstate 66, una delle principali arterie stradali dello Stato, si è sparato ed è morto alcune ore dopo all'ospedale. «Una sparatoria tragica, un altro esempio di violenza delle armi divenuta troppo comune negli Stati Uniti», ha commentato il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest. «Il Congresso - ha esortato - deve passare la stretta sulle armi da fuoco». Prima di essere uccisa insieme al suo operatore con almeno sei, sette colpi di pistola, Parker stava intervistando Vicki Gardner, direttrice della Camera di Commercio regionale di Smith Mountain Lake, al Bridgewater Plaza nella contea di Franklin, vicino a Moneta. Si sta parlando di turismo, quando improvvisamente si sente un colpo di arma da fuoco, seguito da altri in sequenza ravvicinata. La reporter urla terrorizzata, e cerca di fuggire. Per pochi istanti viene inquadrato anche il killer, un uomo con dei pantaloni neri e una maglia blu, con in mano una pistola, poi l'operatore viene colpito, la telecamera cade e l'immagine rimane fissa sul pavimento.

Dopo l'aggressione, la regia taglia la diretta: la conduttrice Kimberly McBroom, in studio, è sotto choc, senza parole. Quindi riprende fiato e spiega che non si sa cosa stia succedendo, ma poco dopo arriva lo straziante annuncio: «Alison e Adam sono morti». Nel corso della sparatoria è rimasta ferita alla schiena anche la donna intervistata: è stata immediatamente ricoverata in ospedale ed operata, ed ora si trova in condizioni stabili.

«È stato un terribile crimine contro due giornalisti eccellenti - ha commentato il general manager di Wdbj , Jeff Marks - Come può un individuo aver strappato Alison e Adam alla loro vita e alle persone che li amavano?». Mentre in un messaggino Twitter , la redazione di WDBJ ha scritto: «Vi amiamo, Alison e Adam». Ward si era laureato alla Virginia Tech University, Parker invece ha frequentato la James Madison University, dove era anche direttrice del giornale della scuola. Entrambi erano fidanzati con dei colleghi: il cameraman stava per sposarsi con la producer Melissa Ott, a cui poco tempo fa aveva confessato che voleva chiudere con il giornalismo e fare qualcosa di diverso. Alison, invece, da nove mesi era fidanzata con un altro dipendente della tv di nome Chris Hurst. L'uomo ha pubblicato diverse foto di loro due insieme su Twitter e su Facebook , rivelando che erano appena andati a vivere insieme: «Era la ragazza più solare che abbia mai conosciuto - ha scritto - eravamo molto innamorati, sono stati i mesi più belli della nostra vita. Volevamo sposarci».

Commenti