"Questa è libertà...?". Ed è scontro con Letta sul palco

Una manifestante no vax è riuscita a eludere la sicurezza e a salire sul palco di Trieste durante un comizio del segretario dem Enrico Letta

"Questa è libertà...?". Ed è scontro con Letta sul palco

Anche Enrico Letta è impegnato a sostenere i suoi candidati per le prossime elezioni amministrative, in programma il 3 e il 4 ottobre. Il segretario del Pd si sta spendendo in un tour elettorale nel Paese e nelle scorse ore ha fatto tappa a Trieste, dove però è stato interrotto da una manifestante no vax che, una volta riuscita a sfondare il cordone di sicurezza, è salita sul palco per contestare Enrico Letta e la campagna vaccinale legata al Green pass. La città di Trieste è una delle più attive sul fronte no vax, come testimonia la presenza massiccia di aderenti alle manifestazioni che vengono organizzare per protestare contro il governo.

Dal palco di piazza della Borsa, Enrico Letta si stava rivolgendo al gruppo di persone arrivato per ascoltarlo, quando a un certo punto la manifestante è arrivata al suo fianco senza che nessuno degli uomini addetti alla vigilanza riuscisse a fermarla. "Il vaccino è verità o libertà? Mi risponda", ha detto la donna una volta raggiunto Letta, con il quale ha cercato un confronto faccia a faccia davanti al pubblico, incalzandolo su un'affermazione da lui fatta pochi giorni prima dal palco di Bologna. "Il vaccino è libertà", ha risposto il segretario del Partito democratico, in evidente imbarazzo e spiazzato da quella scena. Quindi, Enrico Letta ci ha tenuto a sottolineare alla donna che il vaccino è gratuito ma lei, intenzionata a proseguire il suo confronto con il segretario dem, ha replicato: "Io i tamponi devo pagarli per andare a lavoro. Il vaccino è un ricatto di Stato".

Enrico Letta, mentre gli uomini della sicurezza si organizzavano per far scendere la signora dal palco, ha cercato di moderare i toni: "Non dica queste cose, non è così". Solo a quel punto la Digos è riuscita ad allontanare la signora, che è stata portata in luogo appartato per le procedute di identificazione di rito. Enrico Letta, una volta ristabilita la tranquillità sul palco, ha commentato: "Purtroppo tutto questo è figlio di una grande ambiguità di una politica irresponsabile. Da una parte ci siamo noi che abbiamo detto parole chiare fin dall’inizio, dall’altra parte c’è l’irresponsabilità". Enrico Letta, pur senza mai nominarlo, è tornato all'attacco di Matteo Salvini e ha replicato le sue accuse poche ore dopo durante Otto e mezzo: "Oggi si è definito free vax ma non esiste free vax: chi si definisce così è no vax ed è molto grave".

Commenti