Politica

Una visita al giorno in giallo. Così funziona il "passaporto"

Vaccino, anticorpi o test negativo: ok del Cts

Una visita al giorno in giallo. Così funziona il "passaporto"

Dalla zona arancione o rossa si potrà uscire soltanto con un pass. Nell'ottica di far partire un sistema che poi possa facilmente sovrapporsi a quello che autorizzerà gli spostamenti all'interno della Ue il governo stabilisce che «gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome collocati in zona arancione o rossa sono consentiti ai soggetti muniti delle certificazioni verdi».

Per muoversi dunque il cittadino dovrà essere in possesso di una «certificazione verde» che testimoni «lo stato di avvenuta vaccinazione, o guarigione dall'infezione, ovvero l'effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo». Quindi o sei vaccinato o hai avuto l'infezione o hai un tampone negativo recente: ieri è arrivato anche l'ok ufficiale del Cts.

La vaccinazione e la guarigione dal Covid garantiscono dal momento della loro certificazione la libertà di spostamento per sei mesi. Il tampone negativo invece ha un periodo di validità molto più ristretto: 48 ore dal rilascio. Il green pass viene rilasciato «su richiesta dell'interessato, dalla struttura sanitaria che effettua la vaccinazione» poi la certificazione verrà resa disponibile «nel fascicolo sanitario elettronico dell'interessato».

Ma nell'attesa di un pass digitale, probabilmente un app scaricabile con un Qr code che sia valido in tutta la Ue, al momento si utilizzerà una certificazione cartacea.

Per gli spostamenti e le visite ad amici e parenti il provvedimento del governo prevede che dal 1° maggio al 15 giugno nella zona gialla e, in ambito comunale, nella zona arancione, sia possibile recarsi una volta al giorno presso una sola abitazione privata rispettando il coprifuoco e al massimo in 4 persone (quindi il doppio del limite previsto in precedenza) con eccezione per i figli minori e i disabili. Nessuna visita è permessa in zona rossa.

Ma come si profila l'estate? Per gli stabilimenti balneari le regole dovrebbero essere le stesse dello scorso anno: distanziamento, mascherine, orari,

controllo della temperatura. E dal 1° luglio in zona gialla si potranno riaprire a pieno ritmo le attività dei centri termali e le attività dei parchi tematici e di divertimento sempre nel rispetto dei protocolli di sicurezza.FA

Commenti