Volo di Stato per il ministro Pinotti, la procura ha chiesto l'archiviazione

Il fascicolo era stato aperto con l'accusa che avesse usato un volo d'addestramento per farsi accompagnare a casa

Volo di Stato per il ministro Pinotti, la procura ha chiesto l'archiviazione

La procura di Roma ha chiesto l'archiviazione per il fascicolo aperto a novembre nei confronti del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, accusata di avere utilizzato un volo di Stato per farsi accompagnare fino a casa sua, in Liguria.

I fatti risalgono allo scorso 5 settembre, quando la Pinotti avrebbe approfittato di un volo di addestramento per farsi accompagnare da Roma a Genova.

Sui fatti avevano presentato un'interrogazione in parlamento Alessandro Di Battista e Luca Frusone, del Movimento 5 Stelle, sostenendo che il ministro era venuto meno alle limitazioni imposte dalle legge del 2011 sui voli di Stato. Il 13 novembre era stata aperta un'inchiesta per peculato d'uso sulla base della denuncia presentata da M5S alla Corte dei Conti.

Oggi la procura romana ha iscritto il ministro Pinotti nel registro degli indagati e rinviato gli atti al Tribunale dei ministri, chiedendo l'archiviazione del fascicolo.

Commenti