Il voto in Aula, poi l'incidente: Conte sarà costretto al rimpasto?

Tutte le forze di governo spingono per un rimpasto, ma nessuno vuole fare il primo passo e assumersi le responsabilità. Sospetti sul piano di Renzi per far saltare i giallorossi

Un vero e proprio rimpasto per rafforzare il governo e assicurare maggiore stabilità nei prossimi mesi: questo l'intento di tutte le forze che compongono l'attuale maggioranza, alle prese con spaccature e litigi che rischiano di far crollare il premier Giuseppe Conte. Lui stesso sa benissimo che i toni forti si sono attenuati solamente a causa dell'emergenza Coronavirus, visto che sono già ripresi veti incrociati e dure accuse tra i partiti che lo sostengono. È altrettanto consapevole che a breve potrebbe essere chiamato a fare i conti con un'obbligata serie di cambi all'interno dell'esecutivo per salvare la sua poltrona e dunque per evitare di tornare a casa.

Una presa di coscienza arrivata soprattutto dopo la voce grossa del Partito democratico, che nelle scorse ore non ha risparmiato toni duri per lamentarsi dell'operato del presidente del Consiglio soprattutto per la situazione che si è venuta a creare in Calabria: "Una telenovela che va avanti da due settimane. Possibile che il governo non sappia nominare un commissario per la Calabria? Ci stiamo facendo ridere dietro da tutta Italia". Come dicevamo, dal Pd a Italia Viva passando per il Movimento 5 Stelle c'è questa tentazione di promuovere un rimpasto a stretto giro. Ma vi è un fattore che rallenta il tutto: nessuno vuole fare il primo passo, nessuno vuole assumersi la responsabilità di dare vita a quello che gli italiani giudicherebbero come un mero gioco di palazzo.

Conte messo all'angolo

Non si placano le tensioni tra le forze giallorosse e non si vedono spiragli né per una pace definitiva né per una tregua momentanea. Si inizia infatti a puntare il dito contro l'avvocato, che avrebbe accentrato eccessivamente i suoi poteri coinvolgendo sempre meno i gruppi parlamentari. Italia Viva potrebbe tornare a porre ostacoli sui dossier e di conseguenza pretendere un ingresso di peso nello scacchiere del governo. Appare evidente che un tale livello di pretesa non può appartenere ai grillini, progressivamente indeboliti dalle lotte intestine. Se da una parte c'è chi ritiene indispensabile permettere nuovi ingressi a sostegno dell'esecutivo, dall'altro c'è chi inizia a pensare che si possa far a meno di Conte.

Le forti divisioni sul Mes potrebbero diventare la principale occasione per cogliere la palla al balzo e avviare il processo di rimpasto. La posizione contraria dei 5 Stelle verso il Meccanismo europeo di stabilità potrebbe mettere a rischio il voto previsto prima della partecipazione del premier al Consiglio europeo del 10 e 11 dicembre. Il via libera potrebbe arrivare solamente con il sì di Forza Italia, che potrebbe tendere la prima mano votando a favore del nuovo scostamento di bilancio.

L'entrata dei forzisti nella maggioranza - tra l'altro smentita dal leader Silvio Berlusconi - non andrebbe giù ai pentastellati. Così come non sarebbe digerita da un pezzo del Partito democratico. Ecco perché, come riporta La Repubblica, all'orizzonte ci sarebbe un'altra possibilità: un incidente parlamentare che costringa Conte al rimpasto, sostituendo i ministri considerati deboli con altre nuove figure ritenute di peso. Nell'ombra si continuerà a muovere Matteo Renzi, che a gennaio potrebbe far valere i suoi voti mettendo a repentaglio la stabilità del premier.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di ager

ager

Gio, 26/11/2020 - 10:04

Vi state facendo ridere dietro da tutt'Italia? Ne avete coscienza ed occupate ancora quei posti? Dignità una parola sconosciuta per questi cialtroni.

xgerico

Gio, 26/11/2020 - 10:09

@Conte sarà costretto al rimpasto?- Si si oggi e giovedì ci sono i gnocchi e bisogna rimpastare bene le patate!

Iacobellig

Gio, 26/11/2020 - 10:11

Questo se ne deve andare, non abbiamo bisogno di incapaci e improvvisatori.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Gio, 26/11/2020 - 10:20

Suvvia, giornalista Luca Sablone, fai la persona seria !! Ma quando mai questi si schioderanno dalle loro poltrone ? Questi non se ne andranno mai, neanche se glie lo dicesse sant'Antonio da Padova !!

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 26/11/2020 - 10:26

Ma quale rimpasto ! ormai si deve andare alle elezioni, un rimpasto significherebbe dare tutti i poteri al PD ! MATTARELLA, BASTA TACERE, BASTA IMMOBILISMO, INTERVENGA SE NON VUOLE VEDERE L'ITALIA SPROFONDARE NEL FALLIMENTO TOTALE !!!!!

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Gio, 26/11/2020 - 10:53

Andatevene a casa, cialtroni! Avete fatto già danni sufficienti per i prossimi 10 anni, per cui potrete dare la colpa ai prossimi governi, si spera legittimati dal voto.

bernardo47

Gio, 26/11/2020 - 11:21

RENZI va tenuto ai margini. Sempre!

perriv49

Gio, 26/11/2020 - 11:21

Bravo Matteo Renzi,mi stai piacendo molto,stai rimediando a sciocchezze fatte in passato.BRAVO

xgerico

Gio, 26/11/2020 - 11:45

@bernardo47-@perriv49- Andate a pranzo assieme e mettetevi d'accordo!

moichiodi

Gio, 26/11/2020 - 12:12

Traballa? O no?

agosvac

Gio, 26/11/2020 - 12:20

La cosa comica, e che Mattarella disconosce, è che i numeri politici dell'attuale Parlamento non corrispondono più, ormai da lungo tempo, alle effettive forze dei vari partiti. Prendiamo Renzi: in Parlamento ha ancora numeri importanti che potrebbero modificare la situazione. Prendiamo i 5 stelle: sono gli unici con una forza tale da fare cadere il Governo e costringere il Capo dello Stato ad elezioni anticipate. Eppure sia Renzi che i 5 stelle politicamente sono con l'acqua alla gola! Questo Parlamento è diventata una vera barzelletta.

ItaliaSvegliati

Gio, 26/11/2020 - 12:39

Alla fine tarallucci e vino..non mollano perché la poltrona garantisce molti€ rispetto al REDDITO DI FANCAZZISTA che prenderebbero!!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/11/2020 - 13:15

Condivido l’osservazione fatta da “agosvac”. In effetti, nella sostanza, il Parlamento di oggi non corrisponde affatto a quello immediatamente successivo alle ultime elezioni. Così è, ma nessuno lo vuole prendere in considerazione, per il semplice fatto (come sanno bene soprattutto quelli di M5S) che nelle prossime elezioni, se e quando ci saranno, i “grillini” eletti di M5S saranno ridotti di almeno il 65%. Quindi avanti così, senza cambiamenti: nel Parlamento super pagato nuove elezioni possono piacere al Popolo di destra e forse di sinistra, ma non ai seguaci di Grillo.

xgerico

Gio, 26/11/2020 - 13:33

@02121940-Gio, 26/11/2020 - 13:15- Embè? Ti dai ragione da solo! Quando ci saranno le elezione cambieranno le cose! Perchè ti lamenti prima???i

Libero 38

Gio, 26/11/2020 - 13:35

Tutte queste finte sceneggiate sono orchestrate solo per prendere per il .....gli italiani.mattarella non permettera' mai a questo governo voluto da lui di andare a casa.

luigi.craus@gma...

Gio, 26/11/2020 - 13:36

Divertente. Si parla ancora di crisi, rimpasto provocato da Renzi... Questo governo rimarrà legato alle poltrone e Renzi ancora più del governo stesso! Ormai il leader di Italia Viva, Viva è un ossimoro, è totalmente delegittimato...

Indifferente

Gio, 26/11/2020 - 13:42

Quando dal PD schiocchieranno le dita, gli altri della maggioranza si adegueranno. Non importa se sono altri ad avere il maggior numero di parlamentari; bisogna sempre fare come vogliopno loro! Anche quando al governo è il cdx, tra magistratura, presidenza, informazione e girotondi si fa come comandano loro.. E poi, rimpasto o non rimpasto, con il mega debito che hanno creato non potranno far altro che obbedire ai padroni (Uè-Uè, elite e squali vari).

Happy1937

Gio, 26/11/2020 - 14:02

Cosa volete rimpastare! Con la farina di cui dispongono i giallorossi , invece di un impasto buono per fare il pane, risulterà sempre una sbocca collosa.

maurizio-macold

Gio, 26/11/2020 - 14:26

Il governo non cadra' e comunque non saranno certo quelli del M5S a farlo cadere perche' sanno benissimo che alle prossime elezioni la maggior parte di loro uscira' da camera & senato. Ed allora vogliono godersi gli ultimi spiccioli (2 anni e passa) di governo ( = soldi e potere).

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 26/11/2020 - 15:01

@maurizio-macold - e vi governate co nquest epersone che disprezzate? Ignobili voi e loro.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 26/11/2020 - 15:02

@moshe - d'accordissimo. Ma non t irisulta che sta lievitando il numero di babbei comunisti che scrivono scempiaggini qui sopra? Sarà che fingono di lavorare?

lorenzovan

Gio, 26/11/2020 - 15:11

maurizio macold..stessa cosa vale per i rappresentanti di FI..difatti giua' la furba Ravetto si e' buttata con chi avra' piu' voti di FI e magari le assicurera' una rielezione

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 26/11/2020 - 15:27

siete abusivi non eletti da nessuno! ve ne dovete andareeeeee viaaaaa

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 26/11/2020 - 17:18

Per il "rimpasto" dovrebbe cambiar farina perchè quella che usa ormai è diventata acida.

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 26/11/2020 - 17:26

Quando gli Italiani si decideranno a fare a meno di Renzi e compagnia?.

Iacobellig

Gio, 26/11/2020 - 18:51

Conte sei un incapace e non all’altezza vai via non fare altri danni. Del resto Conte non poteva essere diverso da quello che s’è visto, essendo stato scelto e presentato da Di Maio, come se Di Maio avesse capacità di poter scegliere perdine di spessore!!!