Butta via i succhi di frutta: il web condanna il grillino

La polemica era iniziata giorni fa, quando il noto marchio aveva avviato una campagna pubblicitaria che prendeva in giro il reddito di cittadinanza. Oggi Sergio Bettelli, su Instagram, ha pubblicato tre storie in cui acquista e poi butta il prodotto come gesto di provocazione. La rete lo attacca per aver sprecato il cibo

Butta via i succhi di frutta: il web condanna il grillino

Era iniziato tutto il 15 febbraio, con una campagna pubblicitaria del marchio Zuegg, che produce succhi di frutta e marmellate, un concorso a premi e una polemica politica con l'esponente del Movimento 5 stelle Sergio Battelli, presidente della Commissione affari europei alla Camera. E due settimane dopo, la discussione è proseguita. Tra il supermercato e i social network.

La campagna pubblicitaria di Zuegg

Secondo quanto riportato da Adnkronos, due settimane fa, il noto brand aveva lanciato una sorta di concorso a premi sul web, preceduto da queste parole: "Ci avete assilato un anno intero perché volevate i succhi gratis. Adesso chi non va sul sito a dimostrare di meritarli davvero è una scia chimica". Zuegg, poi, aveva indicato sul sito il modulo da scaricare per la richiesta gratuita della bevanda, accompagnata dalla foto di una confezione con su scritto "Succhino di cittadinanza". Il riferimento al mondo pentastellato non era piaciuto al presidente Battelli.

La polemica sui social

Su Instagram, infatti, l'esponente dl M5S ha pubblicato tre storie: nella prima una confezione da sei sul rullo della cassa, accompagna dalla didascalia "Prendo", nella seconda il messaggio "Pago" e, infine, nell'ultima i succhi in un cestino, con la dicitura "Butto". Gli ha risposto il dem Filippo Sensi, postando un'immagine del succo negli scaffali sel supermercato: "Tranquilla Zuegg Italia! Se a Sergio Battelli non piace il succhino di cittadinanza, rimedio io. Sono anziano, non sopporto lo spreco di cibo e ho rispetto per il lavoro".

La replica di Battelli

All'Adnkronos Battelli ha replicato: "Non ho mai detto di boicottare la Zuegg. Ritengo che siamo, comunque di fronte a una campgana offensiva nei confronti del M5S". L'esponente pentastellato ha poi aggiunto: "Io ho detto che acquisto il prodotto, non invito ad alcun boicottaggio: la mia è solo una provocazione, null'altro, strumentalizzata da qualcuno".

L'attacco della rete contro lo spreco di cibo

Ma il gesto di Battelli, oltre ad aver provocato la reazione del dem Sensi, non è passato inosservato in rete. Da dove era partito tutto. Sui social, infatti, sono state molte le critiche rivolte al presidente pentastellato. Perché, anche se in un'ultima storia, Battelli aveva fatto sapere di aver raccolto dal cestino le bottigliette per buttarle, dopo averle svuotate nella raccolta del vetro, in tanti lo hanno attaccato per aver sprecato del cibo a causa di una polemica politica. L'esponente pentastellato ha rimosso le storie.

Commenti