La pubblicità si prende la rivincita con due festival dedicati agli spot

La cicogna frustrata che, tornata a distanza di anni a vedere come sia cresciuto il neonato che ha faticosamente portato ai suoi genitori, scuote la testa di fronte al fallimento di un giovane annoiato che non mette al frutto le sue capacità, mentre un logo rimanda ad un portale di ricerca lavoro. Ma anche un palloncino animato che attraversa infinite peripezie e difficoltà, dalla tempesta a una pioggia di meteoriti, per invitare gli spettatori di una rete tv a puntare su fantasia e creatività. Sono solo alcune delle campagne con cui, nei prossimi giorni, Roma diventerà capitale degli spot d’autore. Ben due appuntamenti dedicati al genere nelle sue varianti e tematiche. Si comincia al museo civico di Zoologia che fino a domani, e poi di nuovo dal 20 al 24 luglio, alle 21 - l’ingresso è libero ma con prenotazione obbligatoria (06.67109270) - ospita i video di «Notti bestiali. Rassegna internazionale di spot pubblicitari con e su animali». Ogni sera, 150 spot a tema da tutto il mondo, selezionati dall'archivio di «Animal Spot», festival che, giunto alla sesta edizione, ad oggi è l’unico a occuparsi di video-pubblicità con animali. Il programma prevede un interessante ribaltamento delle parti: la pubblicità, infatti, è protagonista della serata e le «interruzioni» tra uno spot e l’altro sono affidate a cartoni animati.
Non solo spot «da museo». A chiudere questo viaggio tra le pubblicità più belle e interessanti di tutto il mondo è un evento lungamente atteso dagli appassionati del genere. Dopo 29 edizioni e altrettanti successi, debutta finalmente a Roma «La notte dei pubblivori» (a Villa Medici il 25 luglio). In cartellone 360 pubblicità selezionate dalla Cinemathéque de la Pub per una panoramica sulla produzione di 54 Paesi, in una maratona di 5 ore di spot trasmessi su megaschermo nei giardini della villa. Nessun limite di tema e tecnica. Neppure di supporto: si spazia infatti tra spot realizzati per la televisione, il web ed il cinema. È proprio da quest’ultimo che giungono le sorprese. Tra gli interpreti delle pubblicità - concepite e realizzate come veri mini-film - compaiono numerose star, da John Travolta a Paul Newman, da Kim Basinger a Brad Pitt, da Dustin Hoffman a Antonio Banderas, senza dimenticare Brigitte Bardot, Charlie Chaplin, Jackie Chan, Richard Gere e Leonardo Di Caprio. Spot d’autore e «d’attore».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti