Quattro cadaveri in casa: stroncati dal monossido In corso verifiche su stufa

Trovati in un appartamento in via Dante Alighieri a Magenta i corpi di quattro rom. Secondo il 118, intervenuto sul posto, la morte provocata dalle esalazioni di monossido

Quattro cadaveri in casa: 
stroncati dal monossido 
In corso verifiche su stufa

Milano - Tragedia a Magenta, nella provincia di Milano, dove i cadaveri di quattro persone, due donne e due uomini, sono stati Levittime sono nomadi rom. I quattro, a quanto si è appreso, si erano trasferiti da pochi giorni nella palazzina alla periferia di Magenta dal campo nomadi di via Triboniano a Milano. Sul posto, appena si è diffusa la notizia, sono arrivati decine di rom, molti dei quali parenti delle vittime. La tragedia è stata scoperta da un fratello di uno dei quattro giovani, due uomini e due donne, pare due cugini con le rispettive fidanzate. Il parente aveva tentato da ieri di mettersi in contatto con il familiare e oggi si è recato dal campo nomadi di via Triboniano a Magenta ed è riuscito a entrare nell’abitazione dove ha scoperto i corpi senza vita dei quattro. Lo stabile è una palazzina di una sessantina d’anni abitata anche da italiani. I quattro, secondo quanto ha raccontato uno zio, l’avevano affittata regolarmente. Le decine di rom che sono arrivate in via Dante Alighieri a Magenta, sono state tenute a distanza dai carabinieri perchè molti di loro volevano entrare in casa a vedere i corpi che si trovano ancora nell’appartamento. Molte donne hanno cominciato lamenti funebri gettandosi per terra dal dolore e urlando la loro disperazione.

Una fuga di gas I soccorsi sono intervenuti sul posto intorno alle 15.45, ma le quattro persone (tutte di nazionalità egiziana) erano già morte. I corpi sono stati trovati senza vita sul letto, in posizione naturale e non presentano ferite. I vigili del fuoco stanno eseguendo le verifiche per chiarire se la morte delle quattro persone sia imputabile effettivamente a una fuga di monossido di carbonio.

Commenti