"Questa è una rapina, consegnatemi l'incasso e anche i buoni pasto"

Rapinatore dell'Est entra armato di pistola in un ristorante di Casirate d'Adda in provincia di Bergamo. Si fa consegnare i soldi, ma essendo pochi, appena 600 euro, chiede al titolare anche i ticket. Per poi fuggire con il complice che l'attenda in strada. Forse non ha neppure recuperato le spese

In tempo di crisi economica, con l'euro in caduta, le borse che ristagnano e la disoccupazione che aumenta, va bene tutto, anche i buoni pasto. Così deve aver pensato il rapinatore che ha fatto irruzione in un ristorante in provincia di Bergamo. Popiché il bottino forse avrebbe a mala pena coperto le spese, ha pensato bene di razziare anche i ticket.
E pensare che il colpo era anche stato ben studiato, tanto da far sembrare un bandito un vero rapinatore. L'uomo infatti ah aspettato che il ristorante si svuotasse poi, pistola in pugno è entrato sicuro e spavaldo nel ristorante pizzeria «La vecchia ruota» di Casirate d'Adda.
L'uomo, forse un immigrato dell'Est Europa, ha fatto irruzione nel locale verso le 23.30 quando ormai erano rimasti solo il titolare, la figlia e due camerieri. Il ristoratore, vedendolo entrare a volto scoperto, in un primo momento ha pensato fosse un cliente e gli si è avvicinato ma quello ha estratto la pistola e ha minacciato di ucciderlo se non gli fosse stato consegnato l'incasso. Il ristoratore ha subito obbedito, prendendo i 600 euro dal ricevitore per poi allungarli al bandito. Il rapinatore si è rigirato tra le mani i soldi, non molti se si considera sia il costo della pistola sia che dovea poi dividerli con il complice che lo attendeva fuori dal locale, in macchina con il motore in moto. E così a muso duro ha ringhiato Fuori anche i buoni pasto». Il malvivente è poi scappato, fuggendo poi con il complice.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti