Referendum tra i residenti nel IV municipio per decidere la destinazione d’uso di un’area

Una consultazione informale per acquisire le idee e le considerazioni dei cittadini rispetto alla destinazione d’uso della zona tra la stazione Nuovo Salario e piazza Minucciano: è l’idea di Cristiano Bonelli, presidente del IV municipio, che ha indetto un referendum locale per dare la possibilità ai cittadini di partecipare al processo decisionale sul futuro dell’area, interessata dal Piano di recupero urbano (art. 11) approvato dalle precedenti giunte municipali e comunali. «Finora non si era mai percepita la volontà del titolare dei terreni di cominciare a costruire», ha spiegato Bonelli. L’area era inizialmente rivolta a un uso commerciale, poi è arrivata la richiesta di cambio di destinazione: così, invece della procedura standard, il presidente ha pensato di far scegliere i residenti, che sono i primi a essere interessati, continuando l’iniziativa di coinvolgimento popolare da parte del municipio, dopo aver organizzato diverse assemblee pubbliche e anche un consiglio municipale esterno. La società proprietaria dei terreni in oggetto possiede già tutte le autorizzazioni per l’edificazione di 55mila metri cubi e attraverso la consultazione i residenti potranno esprimere con dei moduli - numerati progressivamente per garantire la massima trasparenza - la propria opinione, ovvero se preferirebbero per l’area una destinazione commerciale o residenziale. «Ci troviamo a dover subire interventi autorizzati dalle giunte passate - ha sottolineato Bonelli - Personalmente avrei preferito bloccare tutto, ma non è stato possibile perchè tutte le autorizzazione erano già state rilasciate». In un municipio che «ha dovuto subire più di tutti gli interventi dei privati, l’amministrazione locale ha ritenuto «opportuno ascoltare l’opinione dei residenti in prima persona» tramite un «processo di partecipazione popolare senza precedenti».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti