Il referendum su Ecopass? Sarà sul traffico

Il sondaggio fai-da-te della Lega fa infuriare il Pdl. Il cellulare del capogruppo del Carroccio Matteo Salvini, pronto a lanciare gratis il referendum su Ecopass con 100 gazebo, ieri ha iniziato a suonare presto. «Vogliamo un’accelerata - insiste - cercano di ridurlo a un sondaggino su tutto il piano del traffico, dove inserire qua e là una domanda sul ticket». La Lega insiste perché scommette nella bocciatura senza riserve da parte dei milanesi. Non a caso il Pdl in Comune mostra insofferenza: «La Lega può svolgere tutte le iniziative che vuole, ma un partito di maggioranza dovrebbe evitare di sbraitare, e fare proposte concrete in giunta sul futuro del traffico». E chiede al sindaco di sondare se «la piena sintonia verso la Lega è davvero ricambiata». Ma il vertice a casa Moratti due giorni fa coi «colonnelli» del Pdl è servita a mettere i paletti: confermato, ma senza modifiche, il provvedimento, forse si riuscirà a salvare anche la deroga ai diesel euro 4. Dal piano escono tartassati i furgoncini, e l’Unione del commercio è in trincea e prepara le contromosse.

Commenti

Grazie per il tuo commento