Regali in serie e classici da rivedere

Niente viaggi, niente sci, né casa al mare, pochissimi amici e parenti contingentati.

Niente viaggi, niente sci, né casa al mare, pochissimi amici e parenti contingentati. Resto in città a visitare qualche museo? Proprio no, tutto chiuso come i teatri. E, per la prima volta in oltre mezzo secolo di vita, non ci sarà neppure il tradizionale film di Natale e il divieto si allungherà fino oltre l'Epifania e chissà quanto ancora, essendo ormai dimostrato che cinema, sale concerti e teatri sono luoghi di quasi certo contagio. Mah... Per tanto tempo abbiamo sentito dire che vedere un film in tv non è mai come sul grande schermo, affermazione tanto banale quanto sostenere che stare troppo davanti al pc rincretinisce. Se il computer ha salvato la scuola e il lavoro, il video ci sta permettendo di non perdere contatto con ciò che da oltre un secolo è considerato arte, e meriterebbe più rispetto, anche dalla politica. In questo finale del tragico 2020 tutte le piattaforme si sono attrezzate per offrire un prodotto molteplice, con attenzione speciale alle famiglie destinate a muoversi ben poco dal divano.

Cominciando dai bambini, Rakuten offre un canale archivio Disney con i meravigliosi classici che non hanno tempo. Restando nel mondo cartoon, la novità è Onward. Oltre la magia, un fantasy divertente come di consueto anche per gli adulti, anche su Sky. A mantenere l'atmosfera natalizia ci pensano i vari pacchetti che ripropongono i beneamati cinepanettoni e il sempreverde Una poltrona per due. Diverse le novità che si annunciano da qui al 31 dicembre. Su Netflix sono già disponibili la commedia italiana L'isola delle rose e lo splendido ma noiosissimo Mank, ultima opera di David Fincher. Tiny Pretty Things, ambientato nel mondo della danza, uscirà domani, mentre in questo weekend esordisce The Pron, adattamento dal musical con l'eterna Maryl Streep. Bisogna però attendere il 23 per il filmone The Midnight Sky dove troveremo George Clooney perso nelle nevi artiche, chissà come se la caverà. Amazon propone la nuova serie The Wilds che sembra Lost e ci mette dentro gli ingredienti classici del teenage drama, ovviamente in forma distopica. Per chi ama la storia c'è El Cid, l'eroe spagnolo vissuto nel XI secolo, a tinte forti tra guerre, lotte e passioni. Thriller ad alta tensione femminista è I m'Your Woman, mentre con The Gentlemen di Guy Ritchie e uno straordinario cast d'attori è servito il tipico prodotto di intrattenimento, ma con un margine di autorialità. Sky propone Deutschland '89, la Germania dopo la caduta del Muro, la seconda stagione di His Dark Materials e la terza di Tin Star.

Va a finire che si riuscirà a vedere solo una minima parte dal vasto palinsesto, ma tanto la questione sarà ancora lunga. Mai come in queste vacanze ci sarà l'occasione per colmare alcune lacune, quelle serie che non hai iniziato, quei film che hai perso al cinema e ora puoi recuperare. Ciascuno ha le proprie priorità e per quanto mi riguarda comincio il mio Natale divanato con l'edizione restaurata per il 30º anniversario de Il Padrino parte III a cui Francis Coppola ha rimesso mano, cambiando parecchie sequenze, il finale e il titolo: Il Padrino Coda: la morte di Michael Corleone.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

manfredog

Dom, 13/12/2020 - 14:13

...si si si, però..."Al cinema è un'altra cosa"!! Poi, c'è chi ne è all'altezza, per così dire, e chi no, c'è chi ci "arriva" e chi rimane "indietro", pur vedendo mille film in tv (e poi quali!?). La cultura del cinema, del teatro o quant'altro, se non comprende anche la cultura della persona, rimarrà sempre limitata ad un uso e consumo circoscritto, si, all'oggetto e basta, senza possibilità né di usufruire in maniera completamente magica dell'emozione della sala (una sala ben fatta, ovviamente), né di poter condividere, anche con degli sconosciuti, la magia della settima arte. Meditate, "cinefili da divano", meditate!! mg.