Regionali Alemanno: «Il candidato? Presto un summit»

Regionali Alemanno: «Il candidato? Presto un summit»

All’interno del centrodestra è tempo di consultazioni per decidere il candidato alle prossime elezioni regionali. Il tempo stringe e il sindaco Gianni Alemanno, che ha chiesto un incontro a Fini e Berlusconi, annuncia un dibattito serrato ma meditato: «Bisogna sbrigarsi a individuare questo candidato. Andrò a dire la mia come sindaco di Roma, voglio però che la decisione venga presa negli organi del partito e non solo da poche persone. Deve essere frutto di un dibattito all’interno del partito». Infine interpellato sul nome risponde diplomatico: «Il candidato ce l’ho, ma per ora me lo tengo per me».
Anche Alfredo Pallone, vicecoordinatore vicario del Lazio ed Europarlamentare del Pdl confida nel premier Berlusconi e in una decisione ben ponderata. «Iniziare ora un dibattito sui giornali parlando di questo o di quel candidato a futuro governatore della Regione Lazio mi sembra davvero poco opportuno - commenta -. Così si rischia solamente di alimentare contrapposizioni personali totalmente inutili. Molto più saggio sarebbe lasciar lavorare il Presidente Berlusconi a 360 gradi, tenendo conto che il tavolo delle candidature è nazionale e che quindi bisognerà considerare anche altri fattori di equilibrio». «Sono sicuro - conclude - che nel giro di pochi giorni il Premier Berlusconi saprà indicare la persona più idonea a rappresentare il Pdl nel Lazio. In quel momento tutti noi saremo pronti a gettarci in una campagna elettorale che servirà a spiegare ai cittadini del Lazio che la responsabilità dei disastri che sono sotto gli occhi di tutti, dalla sanità ai rifiuti, hanno un solo nome e cognome, quello di Piero Marrazzo».