Resistenza, Napolitano: "Ci ha ridato dignità"

Alla cerimonia a Porta San Paolo Napolitano ricorda il 66° anniversario dell’8 settembre 1943: "La Liberazione fu combattuta per ridare dignità, indipendenza e libertà all’Italia". Poi rilancia: "Siamo alla vigilia dell’attività celebrativa del 150° anniversario dell’Unità d’Italia"

Resistenza, Napolitano: "Ci ha ridato dignità"

Roma - La Resistenza ha ridato all’Italia dignità e le ha restituito i valori fondamentali della libertà e dell’indipendenza. È quanto tiene a sottolineare il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, al termine della cerimonia a Porta San Paolo, nel 66° anniversario dell’8 settembre 1943 che segna l’inizio della Resistenza contro l’occupazione nazista a Roma. "Tanti partigiani e tanti militari hanno combattuto e hanno perso la vita per ridare dignità, indipendenza e libertà all’Italia. Questi sono valori fondamentali", rimarca Napolitano che poi ricorda: "Siamo alla vigilia, io spero, dell’inizio dell’attività celebrativa del 150° anniversario dell’Unità d’Italia". E in tal senso, il capo dello Stato rimarca "la continuità tra le battaglie del Risorgimento e le altre che hanno garantito lo sviluppo dello Stato nazionale, unitario e democratico", fino appunto alla Resistenza celebrata oggi a Roma.