A Rho ci si ispira al surrealismo

Trentamila metri quadri per 420 espositori, 151 dei quali stranieri, e più di 15mila i visitatori attesi. Da domani al sabato 19 settembre va in scena a Fiera Milano Rho la 96° edizione di Mipel. Sotto i riflettori del Salone della Pelletteria e degli Accessori, le collezioni per la primavera-estate 2010. Ad accogliere i visitatori, alcune vetrine di benvenuto ispirate al Surrealismo di Magritte. Negli stessi giorni si apre e si chiude anche il Micam, Salone della Calzatura (71mila metri per 1.601 espositori), che sarà collegato al Mipel da un settore in perfetto stile surrealista. Mentre all'interno di Mipel ci sarà un'area dedicata alle pellicce del Mifur (padiglione 8).
Il numero degli espositori di Mipel è lo stesso della scorsa edizione, ma molti di loro sono nuovi. Fra gli altri anche Swarovski, che sarà parte integrante dell'esposizione con alcune creazioni esclusive realizzate in collaborazione con diverse griffe di moda (padiglione 12). Tutti elementi, questi, che secondo il presidente Giorgio Cannara «confermano Mipel come momento leader a livello mondiale per il mondo della borsa». Alta l'attenzione del Salone per gli espositori stranieri: dall'Egitto (per la prima volta quest'anno ci sarà una collettiva di pellettieri di questo Paese) alla Cina alla Thailandia. Grande interesse anche verso i giovani talenti con il progetto Startup, che prevede il debutto di alcuni designer di accessori.