Rischio annullamento: Rixi e Biasotti «sospesi»

La Giunta per le elezioni della Camera ieri ha dichiarato l’incompatibilità per i parlamentari eletti nei consigli regionali. Avranno tempo trenta giorni per scegliere dove collocarsi. Tra questi, però, sono rimasti esclusi dalla dichiarazione i liguri Edoardo Rixi (Lega Nord) e Sandro Biasotti (Pdl).
Questo perché in Liguria, così come in Piemonte, pendono ricorsi al Tar con i quali si chiede l’annullamento delle elezioni per irregolarità nella presentazione delle liste e quindi l’eventuale accoglimento della richiesta potrebbe portare alla decadenza degli interessati e quindi al venir meno della causa di incompatibilità.
Il ricorso in Liguria è stato presentato dall’ex consigliere regionale del Popolo della Libertà Matteo Marcenaro che, all’indomani delle elezioni nelle quali era candidato per la Lista Biasotti nel collegio di Savona, aveva evidenziato come le elezioni regionali fossero state indette dal Prefetto e non dal presidente della Regione così come, invece, prevede lo Statuto della Regione Liguria.
Fino a quando il Tar della Liguria non si esprimerà nel merito, sia Edoardo Rixi che Sandro Biasotti potranno ricoprire il doppio incarico.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti