Roma Capitale punta alla sicurezza e allo sviluppo del turismo

Roma Capitale è stata al centro di una giornata di lavori patrocinata dal Comune e realizzata dalla Bes Consulting che ha riunito intorno a un tavolo istituzioni e operatori del turismo. Tre gli argomenti affrontati durante il workshop: sicurezza e turismo, servizi, cultura, mobilità e turismo e infine finanziamenti e modelli per la gestione di un progetto integrato di sviluppo turistico. L’obiettivo è quello di intraprendere da oggi un lavoro comune con le imprese del settore per favorire il raggiungimento di un livello di qualità in linea con gli standard internazionali e rilanciare il turismo offrendo servizi e strutture di alta qualità.
«Sono emerse alcune priorità da presentare in consiglio comunale - ha precisato Alessandro Vannini, presidente commissione Turismo e moda - innanzitutto la necessità di valorizzare il settore della comunicazione, creando una vera e propria piattaforma web romana, una specie di call center locale in grado di tutelare l’immagine della città magari attraverso un brand ricco di contenuti». Vannini ha elencato gli altri punti emersi dalla discussione, a cominciare dall’idea di creare un workshop internazionale nel quale ospitare giornalisti del settore. «È emersa la possibilità di unione tra l’autorità politica e il turismo - ha detto Federico Mollicone, presidente della commissione Cultura e sport - in questi due anni ci sono stati appuntamenti importanti di visibilità nazionale: la mostra di Caravaggio, Michelangelo, il Natale di Roma, il Carnevale, tutte iniziative che devono essere valorizzate a livello mondiale». «La comunicazione tra le aziende è fondamentale - ha sottolineato Fabrizio Santori, presidente della commissione Sicurezza - credo che i tavoli di lavoro che esistono in prefettura si possano allargare accogliendo Comune, Regione, Provincia, associazioni, rappresentanti degli aeroporti, perché tutti possano manifestare le varie problematiche e discutere di sicurezza con le forze dellìordine». Santori ha infine aggiunto che nei principali luoghi della città per garantire maggior sicurezza si sta valutando la possibilità di una maggior presenza di forze dell’ordine che, per distinguersi, potrebbero utilizzare un distintivo di riconoscimento come polizia municipale del turismo. «Il turismo deve diventare una vetrina per Roma, è quindi necessario studiare delle strategie per promuovere e ottimizzare l’accoglienza ai visitatori - ha dichiarato Francesco Lollobrigida, assessore al Trasporto e alla Mobilità della Regione - vigilando per garantire maggiore sicurezza e rispetto delle regole». Fondamentale anche l’adeguamento delle infrastrutture, come il porto di Civitavecchia e l’aeroporto di Fiumicino.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti