Roma, donna con il burqa spaventa bambini all'asilo Raccolta firme delle madri

Polemica nella scuola elementare di Sonnino. I bimbi: "Siamo intimoriti dalla maestra nera". La donna è una marocchina che accompagna i figli all'asilo con il velo che copre il volto. Le altre mamme stanno promuovendo una raccolta firme

Latina - "Completamente coperta dal burqa spaventa i bambini davanti a scuola". E' polemica nella scuola elementare di Sonnino (in provincia di Latina) dove una maroicchina accompagna i propri figli vestita dal velo nella versione più integralista: volto coperto e occhi nascosti da una retina scura. I bambini già la chiamano la "maestra nera", mentre le mamme invitano la donna a "farsi riconoscere" almeno dentro la scuola.

I bambini spaventati dal burqa Scoppia il caso in una scuola materna di Sonnino: una donna di nazionalità marocchina che indossa il burqa e che accompagna il proprio figlio a scuola, impaurisce gli altri piccoli alunni. Alcuni bimbi hanno detto alle proprie mamme di non voler andare in classe perché intimoriti dalla "maestra nera". "Niente contro di lei - dicono le mamme - fuori dalla scuola è liberissima di indossare ciò che vuole ma chiediamo che dentro la scuola si faccia riconoscere". L’abito indossato dalla donna, spesso di colore scuro, è la versione più ortodossa del burqa, il modello che lascia passare la luce solo dalla retina sugli occhi. La donna marocchina vive da circa un anno e mezzo nel centro storico di Sonnino. Le mamme che hanno sollevato la questione sono intenzionate a promuovere una raccolta firme per trovare una soluzione condivisa, naturalmente rispettosa di tutti, per tutelare la serenità dei propri figli. 

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.