Roma: manifesti anti-Alemanno con Priebke e Pacciani

Il sindaco risponde con ironia: «L'opposizione di sinistra ha avuto un'altra fantastica idea. Vorrei sapere chi ha finanziato la "bravata"».

ROMA - «Vedo che l'opposizione di sinistra ha trovato un'altra fantastica idea per manifestare la ricchezza dei propri contenuti e delle sue progettualità per Roma». Il sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, ha usato l'arma dell'ironia per commentare un'iniziativa di dubbio gusto dei suoi avversari. Questa mattina per le strade di Roma sono infatti apparsi numerosi manifesti realizzati con il logo e i colori istituzionali del Campidoglio, ma palesemente falsi.
Sui cartelli compaiono quattro fotografie: quella di Eric Priebke (capitano delle SS che partecipò alla pianificazione e alla realizzazione dell'eccidio delle Fosse Ardeatine), indicato come assessore alle politiche culturali; quella di Anna Maria Franzoni (condannata per l'omicidio di suo figlio) indicata quale assessore alla scuola, famiglia e infanzia; quella di Valerio Fioravanti (ex terrorista di destra), assessore ai trasporti e alla mobilità e quella di Piero Pacciani (ritenuto uno dei responsabili dei delitti attribuiti al cosiddetto mostro di Firenze) indicato come assessore alle politiche sociali.
I manifesti provocatori si chiudono con lo slogan: «Al lavoro per Roma. Ogni giorno» e «Il sindaco da Bari Gianni Alemanno« con riferimento alla città natale del primo cittadino. «Sarei giusto curioso di sapere chi ha finanziato questa iniziativa il cui pessimo gusto merita pochi commenti», ha concluso Alemanno.

Commenti

Grazie per il tuo commento