"Aiuto". Turista salvata dalle grinfie del senegalese che la stuprava

La vittima, una donna di 30 anni, stava rientrando nel bed and breakfast in cui alloggiava vicino alla stazione Termini

"Aiuto". Turista salvata dalle grinfie del senegalese che la stuprava

Il peggio è stato evitato solo per puro caso. Le urla strazianti di una giovane ragazza di 30 anni sono arrivate alle orecchie dei carabinieri del nucleo in servizio nella stazione Termini che, seppure distanti, sono riusciti a percepire le grida di sofferenza della donna e sono intervenuti immediatamente. In via Marsala a Roma, in pieno centro, a pochi passi dalla ferrovia, un 25enne senegalese ha abusato sessualmente di una turista, la quale stava rientrando nel bed and breakfast in cui alloggiava. L’immigrato ha seguito la vittima per un lungo tratto di strada e quando quest’ultima ha attraversato un luogo più isolato e buio l’ha aggredita. Il senegalese si è scaraventato addosso alla malcapitata colpendola alla testa e scaraventandola a terra.

A darne notizia, il quotidiano la Repubblica che ha riscostruito l’intera vicenda. Lo straniero aveva intenzione di violentare la donna e, infatti, dopo averla immobilizzata sull’asfalto l’ha denudata, spogliandosi a sua volta. Solo l’accorata ed energica richiesta d’aiuto da parte della ragazza l’ha salvata da conseguenze peggiori. L’immediato intervento dei militari non ha permesso al violentatore di spingersi oltre. I carabinieri hanno colto in flagrante il 25enne senegalese e lo hanno tratto in arresto. La turista era in stato di choc e non si era neppure resa conto di ciò che stava accadendo. La violenza si è consumata in breve tempo e il colpo alla testa l’aveva completamente disorientata.

L’episodio è accaduto nella tarda serata di ieri. La donna non avrebbe mai immaginato che la sua vacanza a Roma si potesse trasformare in un incubo. Durante la giornata era stata in visita alle bellezze architettoniche della Capitale e poi si era trattenuta a cena in un locale con alcuni amici. Stava rincasando da sola, però, quando è stata aggredita. Il senegalese, intanto, è rinchiuso in carcere con l’accusa di violenza sessuale. Dovrà essere il giudice per le indagini preliminare a decidere se convalidare l’arresto. La stazione Termini, purtroppo, è spesso teatro di episodi del genere. Due anni fa, a distanza di pochi mesi, ci furono due tentativi di stupro: ad agosto 2020 un romeno di 20 anni aveva cercato di violentare una 23 enne, mentre a dicembre dello stesso anno un 45enne aveva tentato di aggredire una donna, malmenando l’uomo che l’accompagnava.

Commenti