Adesso le fiabe le leggono le drag queen, l'annuncio del Comune di Roma

Sul sito internet del Comune di Roma viene pubblicizzato un evento per scolaresche che vedrà portagoniste due drag queen: Cristina Prenestina e Paola Penelope

Fiabe e bambini, un binomio indissolubile, che nel ventunesimo secolo diventa terreno di scontro ideologico. Perché i racconti, si sa, non solo un modo per far fantasticare i piccini. Attraverso le fiabe di ogni tempo, i più piccoli imparano e crescono. Le fiabe educano, alla bontà, al rispetto e all'accettazione del prossimo. Belle parole che nell'epoca del "gender fluid" rischiano però di tradursi in eventi divisivi. Come quello pubblicizzato sul sito internet del Comune di Roma in questi giorni. Un ciclo di incontri, a partire dal 26 febbraio, che si terranno presso la Biblioteca Interculturale "Cittadini del Mondo" di via Opita Oppio, in VII Municipio. Lo scopo, si legge nell'annuncio, è "far conoscere storie di inclusione e amicizia senza pregiudizi di genere". E soprattutto senza genere. Visto che già dal titolo ("Fiabe e racconti d'inclusione e amicizia per bambin* e ragazz*") gli organizzatori hanno censurato l'identità di genere con un asterisco. Ma c'è di più. A narrare alle giovanissime generazioni fiabe e racconti saranno le "regine" contemporanee, ossia le drag queen Cristina Prenestina e Paola Penelope, che accoglieranno le scolaresche del territorio insieme agli operatori di "Cittadini del Mondo".

"È inaccettabile che questo corso sia pubblicizzato sul sito del Comune di Roma. Il sindaco Raggi intervenga e blocchi quest'assurdità", è l'appello di Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vicepresidente di Pro Vita & Famiglia, Onlus organizzatrice del Congresso delle Famiglie di Verona. I due responsabili pongono anche l'accento sulla gratuità dell'appuntamento. "I cittadini romani non vogliono pagare di tasca propria queste iniziative vergognose, che indottrinano i nostri figli su teorie che nel mondo sono già oggetto di revisione e di passi indietro, dopo i danni che hanno fatto. Non esistono sessi aggiuntivi oltre al maschio e alla femmina affermano i biologi". E allora l'invito ai genitori è di "non far partecipare i propri figli" e "prestare attenzione a questi eventi". "Perché i bambini sono i più vulnerabili al negazionismo sessuale e il concetto di identità di genere invece del sesso biologico è una dannosa intrusione nella sfera intima dei minori".

Qualche settimana fa, un caso analogo si è registrato anche nel I Municipio. Il polverone si è alzato attorno ai libri selezionati (e finanziati) dalla minisindaca del Partito Democratico, Sabrina Alfonsi, per essere distribuiti nelle scuole elementari e medie. "I titoli che abbiamo scelto affrontano temi importanti: accoglienza, diritti, solidarietà, uguaglianza, intercultura. Dalle famiglie arcobaleno al razzismo, dalla disabilità alla malattia dei piccoli pazienti lontano da casa, fino al mondo dei piccoli con autismo", ha spiegato la Alfonsi. Si tratterebbe di indottrinamento alla ideologia gender, invece, per il consigliere della Lega Marco Veloccia. "Una violenza etica e morale perpetrata nei confronti di bambini e adolescenti", denuncia Veloccia. "Il tentativo di modificare il comune sentire nei confronti di questioni etiche ancora dibattute è subdolamente coperto da temi come la lotta al bullismo e alla discriminazione che invece noi sosteniamo pienamente", conclude il leghista diffidando la Alfonsi dal distribuire i libri.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lagoccia

Lun, 24/02/2020 - 18:37

a raccogliere pomodori!!!!!!!!!

amicomuffo

Lun, 24/02/2020 - 18:49

lavaggio del cervello sinistroide, avremo infine uomini e donne asessuati ed asserviti, per gli scopi che già ampiamente conosciamo.

0rl4nd0

Lun, 24/02/2020 - 18:58

Vomito!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 24/02/2020 - 19:36

Ma vi rendete conto di quali disastri psicologici potreste causare nella mente di quei bambini che un giorno diventeranno adulti? Lasciate queste iniziative libere di esistere ma aldilà delle mura scolastiche o dell'istruzione in genere.Voi insegnanti,piuttosto, fate quello per i quali siete pagati:insegnate decentemente,secondo protocollo e non per divulgare le vostre idiozie col fine di rendere gli alunni cittadini modello.

fifaus

Lun, 24/02/2020 - 19:39

Poveri bambini e poveri ragazzi! In che sudicio mondo dovranno crescere e vivere...

sullarivadelfiume

Lun, 24/02/2020 - 19:51

Stesse identiche scene e modalità ovunque; stesse tecniche, stessi alibi ideologici per mascherare la volontà di potenza dei nazisti e delle naziste fucsia/arcobaleno, stessa complicità istituzionale, stesse pecore belanti al seguito. Anche la mia frase è sempre la stessa:"Se succede, siete voi a permetterlo, non sarò certo io, che oltretutto non ho nemmeno figli, a rischiare qualcosa per voi".

Gianni11

Lun, 24/02/2020 - 20:54

Capito adesso perche' i sinistroidi appartengono al confino e non nell'educazione o nella magistratura?

giosafat

Lun, 24/02/2020 - 21:03

Fossi un padre interessato alla vicenda farei coriandoli, tanto per restare in tema, delle due drag e di chi ha avuto la cialtronesca idea, qualunque ruolo e grado ricopra.

Mauritzss

Lun, 24/02/2020 - 22:38

Basta non partecipare. Le fiabe se le racconteranno fra di loro . . .

Mauritzss

Lun, 24/02/2020 - 22:52

Ecco, diffidiamo. Ma a tappeto . . .

Ritratto di Civis

Civis

Mar, 25/02/2020 - 00:01

Con la caduta del comunismo, i sinistri hanno perso la bussola e sono ancora in piena confusione, anche sessuale.

pilandi

Mar, 25/02/2020 - 00:48

Ma non basta affidarsi alla capacità di discernimeto dei singoli? Chi vuole parteciapre, partecipi e chi non vuole, non partecipi. Non serve altro, mica é obbligatorio. Vivete e lasciate vivere... se avete una vita.

filoforte

Mar, 25/02/2020 - 08:03

Povera patria

Logorato

Mar, 25/02/2020 - 08:15

Mi viene da vomitare

electric

Mar, 25/02/2020 - 08:28

Ecco perché URGE un governo di centro-destra

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 25/02/2020 - 08:30

Cristian e Paolo raccontano fiabe vestiti da donna... i bambini rideranno per le facezie e per la carnevalata.

ulio1974

Mar, 25/02/2020 - 08:58

...e perchè non introdurli alla vita sessuale mostrando film porno giá che ci siamo?? in fin dei conti, una bella attività sessuale non fa male a nessuno...

46gianni

Mar, 25/02/2020 - 09:03

battaglie per distruggere l'umanità: i sx sono maestri

dredd

Mar, 25/02/2020 - 09:04

Lo schifo non ha limite

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mar, 25/02/2020 - 09:57

Si può nascere maschio, femmina ma anche ermafrodito e così si nasce a causa degli ormoni e/o dei geni ecc; anche nel mondo animale si nasce maschio, femmina o ermafroditi per gli stessi processi e per la loro complessità si può pensare che qualcosa non vada a definire precisamente l’orientamento sessuale degli individui e che questi processi portino ad essere attratti dal uguale o da entrambi i sessi; la cultura e la famiglia credo c'entrano ben poco nel determinare l'orientamento sessuale, infatti l’omosessualità non è circoscritta a questa o a quella cultura/famiglia di DX o di SX, laica o religiosa (di qualunque religione) atea o agnostica ed EPOCA...l’omosessualità esiste da sempre. Se i geni gli ormoni ecc possono far nascere un ermafrodito, possono anche far nascere un omosessuale l’accoglienza nella vita sociale dovrebbe escluderli, relegarli e non dargli gli stessi diritti civili degli eterosessuali? No, No, No.

ulio1974

Mar, 25/02/2020 - 10:02

...chissà cosa diranno quei genitori oggi favorevoli a queste cose quando, fra 20 anni, il proprio figlioletto gli presenta la fidanzata "Papà, mamma, questa è Roberta, ma fino ad un anno fa era Roberto...", oppure la figlia "Mamma, papà, questo è Federico, ma due anni fa era Federica". Per non parlare in caso di un figlio gay dichiarato "Mamma, papà, questo è Lucio, ma prima era Lucia".... mazza che casino....Mi piacerebbe proprio assistere a questi dialoghi.

Tuthankamon

Mar, 25/02/2020 - 11:06

Se mi dite che queste vicende non hanno una regia unica, vi rido in faccia. Questi tentativi di indottrinare i piccoli (CHE SCHIFO!) hanno avuto luogo in vari Paesi occidentali (!?) e sono stati proibiti e/o sospesi. Chissà perché ora spuntano nel Bel Paese della "solidarietà"! FUORI da qui, disonesti!

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 25/02/2020 - 11:14

ulio1974 Mar, 25/02/2020 - 10:02,senza dimenticare Mario che presenta ai suoi genitori 1 è 2 il fidanzato Marco che è stato sempre... Marco!XD

Divoll

Gio, 27/02/2020 - 22:22

CHE SCHIFO! Giu' le manacce dai bambini e dall'infanzia!