Cronaca locale

Autista Atac minacciato di morte, accusa malore e ferma il bus

Il conducente del mezzo Atac se la caverà in pochi giorni. Per lui solo un forte stato di agitazione. Aveva rimproverato due passeggeri senza biglietto

Autista Atac minacciato di morte, accusa malore e ferma il bus

Ennesimo caso di criminalità su un autobus romano da sempre teatro di scorribande di malviventi. Stavano viaggiando a bordo del bus linea 649 senza avere il biglietto e quando l’autista se n’è accorto, li ha rimproverati chiedendogli di scendere dal mezzo in via Don Orione. I due passeggeri, un 21enne e un 31enne, hanno però pensato bene di reagire al dipendente dell’Atac. Lo hanno minacciato di morte. L’uomo ha avuto un malore e ha fermato il mezzo provocando ritardi su tutta la linea.

Il loro comportamento ha fatto sì che l’autista interrompesse la sua normale corsa. All’arrivo dei carabinieri di piazza Dante, allertati da altri testimoni e passeggeri preoccupati che la situazione potesse degenerare, i due uomini hanno proseguito nelle loro minacce nei confronti dell’autista, il quale, fortemente scosso, è stato portato in ospedale dopo essersi sentito male.

Fortunatamente il conducente del mezzo, un 41enne, se la caverà in pochi giorni: per lui solo un forte stato di agitazione. I responsabili sono stati denunciati a piede libero per interruzione di pubblico servizio e minacce. I guai per i mezzi Atac sono all’ordine del giorno. Qualche giorno fa un filobus in servizio sulla linea 90, all’altezza di Batteria Nomentana, si è parzialmente spezzato, a causa della rottura della “rolla”, ovvero la pedana mobile che collega le due parti della vettura.

La parte centrale verso il lato posteriore del mezzo si è accartocciata a terra. L’incidente non ha avuto conseguenze sui passeggeri presenti in quel momento all’interno che sono stati fatti scendere dall’autista. Un forte rumore, come quello di una lamiera accartocciata. Un lungo stridio che ha spaventato i presenti e l’autista che, immediatamente, ha fermato il mezzo notando il guasto e chiamando così i soccorsi. Attimi di tensione sul filobus Atac della linea 90 che, nella serata del 14 gennaio, si è rotto, piegandosi al centro come una fisarmonica.

Il disservizio si è verificato intorno alle 20 circa. Secondo una ricostruzione il mezzo, su strada da almeno due anni, stava transitando in direzione Montesacro quando si è sentito un forte rumore: la piattaforma girevole che collega le due sezioni del filobus era infatti collassata. Secondo i primi riscontri tecnici, infatti, la parte centrare del mezzo si sarebbe sganciata strisciando sull’asfalto, tranciando poi alcuni tubi. Nessuno è rimasto ferito. Atac ha avviato un’indagine interna come da regolamento per determinare le esatte cause del guasto e non è escluso che l’analisi venga successivamente estesa anche sugli altri filobus in circolazione.

Commenti