Comprava droga con il reddito di cittadinanza, arrestato pusher romano

Un quarantenne romano di Tor Sapienza è stato fermato dalla polizia penitenziaria dopo aver cercato di introdurre 22 dosi di hashish nel carcere di Rebibbia. La rivelazione al giudice: "Ho acquistato la droga con i soldi del reddito"

Comprava droga con il reddito di cittadinanza, arrestato pusher romano

Nell’elenco delle spese vietate ci sono armi, alcolici e droghe. Ma la prescrizione non è servita a fermare un quarantenne romano di Tor Sapienza che con i soldi del reddito di cittadinanza ha acquistato 22 dosi di hashish da recapitare alla fidanzata reclusa nel carcere di Rebibbia.

“Volevo farle una sorpresa per il suo compleanno”, si è giustificato con la polizia penitenziaria dopo che i cani anti-droga hanno fiutato la sostanza stupefacente nascosta nelle mutande, durante l’orario di visita.

Per fare contenta la ragazza, ha confessato davanti al giudice, avrebbe usato proprio il sussidio del governo. Mille euro che l’uomo, residente assieme alla madre in un alloggio popolare del Comune, percepiva da un mese, assieme alla pensione di invalidità.

In passato il pusher era già finito in manette per reati connessi all'abuso di alcol e droga. Il giudice, racconta Il Messaggero, ha disposto l’obbligo di firma dai carabinieri e l’obbligo di dimora notturno. Per il suo avvocato difensore non c’era, infatti, "la volontà di spacciare".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento