Coronavirus, il grido dei commercianti: "Il governo non ci lasci morire"

L'effetto coronavirus arriva anche nella Capitale: ristoranti e boutique si svuotano e le vendite crollano fino all'80 per cento. L'appello dei commercianti alle istituzioni è di fare presto: "Servono sgravi e aiuti alle piccole imprese"

Piazza di Spagna quasi deserta è surreale. I turisti, sia stranieri che italiani, si contano sulle dita di una mano. È l’effetto coronavirus che ha svuotato le città.

La Capitale non fa eccezione, con il boom di cancellazioni nelle strutture alberghiere per i mesi di marzo, aprile e maggio. "Trovare la piazza vuota per un attimo può essere anche piacevole, ma poi diventa angosciante", ci dice il titolare di una farmacia che si trova proprio ai piedi della celebre scalinata di Trinità dei Monti. Chi lo avrebbe mai detto? La corsa all'acquisto di gel igienizzanti e mascherine non è servita a mettere al riparo dalla crisi neppure questa categoria. "Gli incassi sono scesi del 50 per cento, chi entra qui lo fa solo per comprare le mascherine ma al momento sono irreperibili ovunque", ci spiega.

Soffrono anche bar, ristoranti e boutique. Il presidente di Federmoda Roma, David Sermoneta, descrive così gli effetti di queste settimane di psicosi: "La gente ha paura e ad alimentarla ci si mette anche il terrorismo mediatico, basti pensare che sulle emittenti straniere l’Italia viene vista come la causa principale di questa emergenza sanitaria". Il risultato è che le vendite sono crollate del 70-80 per cento.

"In qualche caso si sono addirittura azzerati da un giorno all’altro", aggiunge Sermoneta. Un "crollo verticale del fatturato" che ha caratterizzato queste ultime settimane. "Negli ultimi giorni abbiamo registrato una media di sei entrate giornaliere in negozio, l’anno scorso in questo periodo erano 400", ci confessa Andrea, titolare di una pelletteria di lusso. Il problema non è soltanto quello dei turisti che non ci sono. Con il focolaio di Lombardia e Veneto, sono spariti anche i visitatori italiani.

Per questo uno degli appelli alle istituzioni è quello di sospendere la zona a traffico limitato per far tornare i romani nelle vie del centro storico. Anche qui il virus ha cambiato la quotidianità. Le cameriere della storica sala da tè Babington’s disinfettano i tavoli in continuazione con l’Amuchina. "Abbiamo dovuto toglierne alcuni per poter rispettare la distanza di sicurezza prevista dal decreto", spiega Chiara Bedini, proprietaria dell’iconico locale. Anche lei si è rimboccata le maniche e aiuta il personale rimasto, visto che molti sono stati costretti alle "ferie forzate". È stata questa una delle prime misure adottate per sopravvivere ai costi alti e al fatturato in picchiata.

"Gli affari sono calati di molto – ci confessa – ma noi non ci arrendiamo". "Non abbiamo chiuso durante la prima e la seconda guerra mondiale e non vogliamo chiudere per questa guerra", dice convinta. Il nemico però rischia di fare decine di vittime. Tra queste, secondo Sermoneta, ci saranno anche "le piccole aziende che rappresentano il patrimonio identitario della città". "Al governo chiediamo che venga prevista la cassa integrazione per le piccole aziende e sgravi che ci aiutino a sopravvivere", spiega la proprietaria della sala da tè.

"Il problema – aggiunge il numero uno di Federmoda Roma – è che non abbiamo un orizzonte temporale definito e quindi non sappiamo per quanto tempo dobbiamo reggere". Per questo, spiegano gli esercenti, le risposte dovrebbero essere immediate. È questo il presupposto essenziale per "non mandare per strada decine di famiglie". "Le istituzioni dovrebbero spiegare meglio e con più chiarezza a cosa stiamo andando in contro e poi darci una mano a non morire", è l’appello di Andrea. Ha 32 anni e il coronavirus sta mettendo in discussione il suo futuro di imprenditore.

Tutti sono concordi sul fatto che la risposta a questa crisi temporanea vada cercata nel mercato interno. "Stringiamoci a corte", esorta Sermoneta. Questa è la parola d’ordine per sconfiggere il coronavirus.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 07/03/2020 - 09:40

Poverini, fanno quasi pena. Non hanno capito che la loro distruzione è il fine di questo virus.

Mr Blonde

Sab, 07/03/2020 - 09:50

finchè abbiamo i virologi che aspirano a un posto in parlamento i capuozzo e i salvini che all'estero dicono che siamo sotto controllo (el pais intervsita dell'altro ieri NON riportata dalla pravda) le cose continuano a peggiorare

Ritratto di teseiTeseo

teseiTeseo

Sab, 07/03/2020 - 09:55

Io ne sto approfittando invece per visitare Musei in città d'arte di solito quasi inaccessibili per code e murate di gente che ti impediscono di visionare con tranquillità opere d'arte. Non c'è mai stato periodo migliore per visitare questo meraviglioso paese...

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 07/03/2020 - 10:14

di certo è che gli F24 sono peggio dei virus...

aldoroma

Sab, 07/03/2020 - 10:19

Mr. Blondi... Guardi che Salvini non ha detto quello che lei asserisce... Forse altri.

Calmapiatta

Sab, 07/03/2020 - 10:31

Tranquilli...non solo il governo vi lascerà morire, ma vi chiederà anche le tasse che non potete pagare.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 07/03/2020 - 10:34

ringraziamo il pinocchio di palazzo Chigi per questi disastri.

pilandi

Sab, 07/03/2020 - 10:39

Si,si stringetevi a corte...ma siete pronti alla morte?

baio57

Sab, 07/03/2020 - 11:20

@ MrBlonde Che strano la colpa è dei virologi ,di Capuozzo e naturalmente di Salvini,ma non fai riferimento al governo.Fai solo pena!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Sab, 07/03/2020 - 11:47

Inutile far finta di niente: le pmi sono il motore economico dell'Italia da decenni, la globalizzazione che tanto piace a Conte e compagnuzzi di cordata le distruggerà ed allungherà la scia di disoccupati, di sottopagati che non riusciranno a sbarcare il lunario. Alla fin fine le balle messe in giro da questo governo vengono miseramente a galla: Gualtieri ammette che il deficit 2019 è meno del previsto, la Lamorgese ammette che molti stati sono contro l'accordo di redistribuzione dei profughi, con 7,5 mld di euro non andremo da nessuna parte. Ue o non Ue per cercare di risistemare i nostri guai economici servono almeno 20 mld di euro (come asserito da Calenda). Sul lungo periodo, coronavirus "presente" e senza vaccino, non credo che basteranno.

hectorre

Sab, 07/03/2020 - 12:12

cari sinistrati idi0ti, andate ad ascoltare cosa diceva zeppola zingaretti!!!!!.....rideva quando si parlava di coronavirus, dicendo che era una semplice influenza!!!!....si trova facilmente su YouTube..ma forse per voi sinistri idi0ti è più semplice far finte di nulla e negare l’evidenza...

Ilsabbatico

Sab, 07/03/2020 - 12:17

...mannaggia mi spiace...purtroppo però il governo comunista che ci ritroviamo e quelli precedenti hanno speso gli ultimi soldi con il reddito di poltronanza e con l'immigrazione clandestina...

tormalinaner

Sab, 07/03/2020 - 13:00

I commercianti sono considerati dal governo evasori a prescindere quindi penseranno solo a salvare Alitalia e altre aziende in crisi con cassa integrazione a vita per i dipendenti, siamo in un regime di sinistra e solo i dipendenti sono tutelati.

Mr Blonde

Sab, 07/03/2020 - 15:06

caro baio in nessun paese del mondo l'opposizione invece di collaborare infanga il suo paese; e glielo dice uno che tutto ha votato meno che questi al governo la cui reazione anche se tardiva sta facendo da esempio a tutto il mondo, e si ricordi che il virus arriva dalla Germania non da wuhan

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 08/03/2020 - 12:18

Mr Blonde - 15:06 quando la maggioranza, Conte e il governatore della Toscana, non ha dato retta alle richieste di alcune regioni del nord seppur guidate dal cdx, tacciandole di razzismo e fascioleghismo, salvo poi cambiar spartito quando quella richiesta se messa in campo avrebbe potuto contribuire positivamente alla lotta del governo stesso contro questo morbo, non c'è niente di cui meravigliarsi. Ancorchè adesso che la situazione si aggrava sempre più, tutto il cdx intende collaborare con il governo tramite sue proposte, senza però essere sua zavorra. Pertanto non faccia lo sdegnato ora: la sottovalutazione iniziale è stata del governo e i danni cui rimediare sono aumentati.

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 08/03/2020 - 15:41

Priorità alle risorse che ci pagano la pensione.arrangiatevi