Domenica ecologica a Roma, stop auto nella fascia verde

In questa domenica blocco delle vetture nelle vie del centro. Sono esclusi dal divieto veicoli elettrici e ibridi, quelli a gpl, a metano, i mezzi bi-fuel

Lo smog non dà pace alla capitale. E dopo quasi una settimana di stop per le auto diesel, arriva una giornata green per tutti i romani. Blocco del traffico per questa domenica 19 gennaio. Si tratta della prima domenica ecologica prevista nell’ambito del piano di contenimento dell’inquinamento. Ecco tutte le informazioni.

La decisione era già stata assunta il 3 dicembre, con un’apposita memoria di giunta. Il provvedimento ha fissato anche le prossime date: 9 febbraio, 23 febbraio, e 29 marzo comunque suscettibili di modifiche. La domenica ecologica prevede il divieto totale della circolazione per tutti i veicoli a motore, nella ZTL fascia verde. Il blocco del traffico è in vigore nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30 e riguarda anche i mezzi forniti di permesso d’accesso e circolazione nelle zone a traffico limitato.

Sono invece esclusi dal divieto veicoli elettrici e ibridi, quelli a gpl, a metano, i mezzi bi-fuel. Esenzione anche per le auto a benzina Euro 6 (si fermano invece i diesel euro 6), per le moto a 4 tempi Euro 3 e successive, per i ciclomotori a 2 ruote a 4 tempi Euro 2 e successivi, per i mezzi con contrassegno disabili, per i veicoli car sharing e car pooling.

Durante tutta la domenica, inoltre, sull’intero territorio comunale gli impianti termici, durante il periodo massimo di funzionamento giornaliero pari a 12 ore, non potranno superare i 18 gradi per quanto riguarda edifici residenziali, uffici, negozi, chiese e luoghi di culto o adibiti ad attività ricreative e sportive, e i 17 gradi nel caso di edifici industriali e artigianali. Esclusi dalla restrizione ospedali, cliniche e case di cura oltre a scuole ed edifici simili. Nella stessa giornata saranno infine intensificati i controlli per l’accertamento del rispetto del divieto di combustione all’aperto.

Intanto fino alla giornata di venerdì continuava lo stop delle auto diesel nella capitale. Il blocco del traffico è sembrato però servire a poco. A dirlo sono i dati dell’Arpa sulle centraline che monitorano l’inquinamento dell’aria. I limiti di Pm10 previsti dalla legge (50 microgrammi per metro cubo) sono stati superati in 9 centraline sulle 13 (il 70%) che monitorano la qualità dell’aria nella capitale.

Secondo Arpa i livelli massimi di polveri sottili sono stati superati nelle centraline Preneste, Francia, Magna Grecia, Cinecittà, Villa Ada, Fermi, Bufalotta, Tiburtina, Arenula. Lo sforamento più alto è stato registrato dalla centralina di Tiburtina (67 ug/m3), mentre in alcune zone i livelli di Pm10 appaiono in calo, se pur di poco, rispetto al giorno precedente: Magna Grecia, Cinecittà, Fermi. A Villa Ada, invece, il livello ha sforato i limiti in 24 ore, passando tra lunedì e martedì da 41 a 51 ug/m3.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.