Fanno esplodere bancomat e fuggono: caccia a una banda

I ladri ripresi dalle telecamere sono fuggiti a bordo di due automobili. La deflagrazione nel quartiere La Rustica, periferia est della capitale

Fanno esplodere bancomat e fuggono: caccia a una banda

Un botto e tanta paura. Hanno agito in pochi minuti. Prima il boato, poi l’esplosione e quindi la fuga. È accaduto nella notta dell’11 gennaio, a La Rustica, periferia est di Roma. Qui alcuni criminali hanno fatto saltare il bancomat della Banca del Credito Cooperativo, fuggendo poi con il bottino. Sono ricercati. A dare l’allarme alcuni residenti che hanno allertato gli agenti di polizia.

I poliziotti, giunti immediatamente in via della Rustica 235, non hanno però trovato i ladri, già fuggiti a bordo di due auto. Secondo i primi riscontri, non è escluso che i malviventi abbiano fatto saltare il bancomat con un gas. L’esplosione è stata solo esterna, ma ha danneggiato parte dell’istituto di credito. Gli inquirenti indagano per risalire agli autori del tentato furto in banca: si tratta di almeno tre uomini.

Solo poche settimane fa un fatto analogo accaduto sempre nella capitale. C’è l’ipotesi di una banda organizzata che entra nel locale adiacente a quello del bancomat, sprigiona il gas che satura l’ambiente, quindi l’esplosione, la forte deflagrazione e i soldi da raccogliere e portare via nel minore tempo possibile. È questo il modus operandi che ha caratterizzato due episodi avvenuti nella notte tra sabato e domenica, nel giro di tre ore, e a pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro.

Una modalità che lascia pensare a una banda anche se al momento i carabinieri che indagano sui due accadimenti non si sbilanciano. Due bancomat esplosi nella notte in due uffici postali di Villanova di Guidonia e Colle Prenestino. Avvertito un grave pericolo da chi vive nei dintorni. Il primo episodio è accaduto in via Guerrazzi, nel territorio di Villanova di Guidonia.

All’1.30 i banditi hanno fatto esplodere il bancomat utilizzando del gas e causando l’azionamento del meccanismo che macchia le banconote. Disperse in strada, molte sono state portate via dai malviventi, per un bottino al momento non ancora quantificato. Sul posto sono state acquisite, dai carabinieri di Guidonia, tutte le telecamere. Forte la deflagrazione e lo spavento per i residenti, svegliati nel cuore della notte. Stessa sorte all’Atm posto a una ventina di chilometri di distanza, sempre nel quadrante est della capitale.

Siamo in via Grottaminarda dove alle 4.30 un’altra esplosione ha svegliato i cittadini di Colle Prenestino e fatto saltare il postamat. In questo caso sono state ritrovate sul pavimento banconote per 11mila euro. Da capire quante altre siano state invece asportate e portate via. Sul posto i carabinieri di Tor Bella Monaca. Da capire, inoltre, se gli episodi siano tra loro legati.

Commenti